Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Presentato il nuovo Dipartimento Specialistico regionale Idrometeoclimatico

29.12.08 - comunicati stampa - anno 2008
Nasce il nuovo Dipartimento Idrometeoclimatico dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della Sardegna (Arpas). Il dipartimento è formalmente costituito dal 1° dicembre 2008 e subentra al Consorzio Sar Sardegna (Servizio Agrometeorologico regionale) acquisendone attività, patrimonio e personale (47 unità).

Nell'Arpas sono confluiti anche i vecchi Pmp (presidi multizonali di prevenzione della Asl) con 170 dipendenti e a breve transiterà in Arpas Progemisa, l'agenzia regionale di progettazione, gestione mineraria, bonifica ambientale e cartografie geologiche, con i suoi 77 dipendenti: la delibera della giunta regionale sul passaggio è attesa per domani. Il nuovo Dipartimento è stato presentato in una conferenza stampa, che si è svolta stamattina nella sede di via Rockfeller a Sassari (già sede del Dipartimento Provinciale e futura sede di quello regionale) alla presenza dell'assessore regionale della Difesa dell'Ambiente Cicito Morittu, del direttore generale dell'Arpas Carla Testa, del direttore del nuovo Dipartimento Idrometeoclimatico Giuseppe Bianco (già direttore del Sar) e del direttore del Dipartimento Provinciale Nuccia Sotgia.

"Nel 2008 si concluderà la procedura di fusione degli organismi preesistenti-ha spiegato l'assessore Morittu-l'ex Sar e i vecchi Pmp sono già confluiti, mentre tra poche ore si deciderà l'acquisizione di Progemisa da parte dell'Arpas. La struttura operativa che ospiterà il nuovo Dipartimento sarà la sede di via Rockfeller in cui sono in corso i lavori di adeguamento dell'edifico che sarà pronto tra qualche mese.

Il nuovo edificio sarà conforme ai criteri della sostenibilità ambientale e avrà un'impiantistica energetica di alto livello: dai pannelli fotovoltaici, all'utilizzo di tecnologia innovativa come quella geotermica. Arpas nel nord Sardegna sarà una presenza importante-ha proseguito l'assessore-: si occuperà di meteorologia, agrometeorologia, climatologia e modellistica ambientale. E' previsto il rafforzamento del polo sassarese dell'Arpas con l'istituzione del Servizio di risparmio energetico".

L'assessore ha anche ricordato che entro la prima metà del 2009 si completerà la prima fase del Sira (Sistema informativo regionale ambientale) "valido strumento per consentire una trasparente ed efficace informazione ambientale verso i cittadini”. I numeri della nuova agenzia li ha illustrati la direttrice generale dell'Arpas Carla Testa: "Abbiamo in previsione una dotazione organica di 570 unità-ha detto la direttrice-: oggi siamo a 300, contiamo di avere al più presto i 77 dipendenti di Progemisa e abbiamo in programma un bando di concorso per l'assunzione di nuovi 100 dipendenti tra chimici, fisici, biologi e periti, di cui 80 saranno nuove assunzioni attraverso un bando che uscirà a febbraio e 20 proverranno dalla mobilità di altre amministrazioni regionali".

Il direttore del nuovo Dipartimento, Giuseppe Bianco, ha sottolineato “la necessità del rinnovo dell'unica rete di monitoraggio meteorologico della Sardegna, dopo 15 anni di servizio. L'Arpas come previsto dalla legge istitutiva dovrà gestire tutte le reti di monitoraggio quali ad esempio quelle dell'inquinamento ambientale, acustico, idrologica e ovviamente meteorologica". Il nuovo Dipartimento regionale si affianca ai Dipartimenti provinciali già costituiti dallo scorso mese di febbraio (Cagliari, Carbonia-Iglesias, Oristano, Nuoro, Sassari) oltre che agli uffici della Direzione generale.