Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Si alla scuola pubblica, integrata con la formazione professionale

30.11.05 - comunicati stampa - anno 2005
"Questo Disegno di legge mette al centro il diritto all’istruzione del cittadino delineando un percorso formativo che lo accompagnerà per tutto il corso della vita". Lo ha affermato questa mattina l’assessore regionale del Lavoro e della Formazione professionale, Maddalena Salerno, durante un incontro con gli esponenti dei sindacati autonomi della scuola nel corso del quale è stato illustrato il Ddl "Principi e norme per l’Educazione, l’Istruzione e la Fomazione professionale". L’appuntamento, che si è svolto nella sede dell’Assessorato regionale della Pubblica istruzione, a Cagliari, è stato aperto da una breve relazione dell’assessore Elisabetta Pilia. "Noi puntiamo sulla scuola pubblica - ha detto Pilia – e sosteniamo l’integrazione con la formazione professionale".
"Vogliamo fare permanere i ragazzi nella scuola pubblica il più possibile – ha sottolineato Salerno - per questo riteniamo che la scelta della formazione professionale vada fatta in età più matura e quindi possibilmente non prima dei 16 anni. E’ necessaria l’integrazione tra istruzione e formazione professionale: i due sistemi devono riconoscersi vicendevolmente".
Il Ddl è stato approvato circa un mese fa dalla Giunta, ma gli assessori hanno invitato gli esponenti sindacali ad avanzare proposte e rilievi in forma scritta prima dell’esame in Consiglio regionale.
All’incontro con i sindacati autonomi ne seguirà un altro con Cgil, Cisl e Uil, fissato per questa sera alle 17.30.
Del disegno di legge si discuterà, inoltre, il 7 dicembre prossimo in un'assemblea pubblica (Cagliari, Teatro Ersu, 17.30) alla quale parteciperanno il presidente della Regione Sardegna, Renato Soru, l’assessore della Pubblica istruzione, Elisabetta Pilia, e l’assessore del Lavoro e della Formazione professionale, Maddalena Salerno.