Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Lavoro, esito positivo della vertenza Compau

23.12.10 - comunicati stampa - anno 2010
Si è chiusa positivamente la vertenza Compau, azienda di componenti per automobili con sede a Marrubiu, che aveva intrapreso la procedura di mobilità per 45 dipendenti. L’esito positivo è arrivato al termine di un incontro al quale hanno partecipato i rappresentanti degli assessorati regionali del Lavoro, dell’Industria e della Programmazione, l’assessore del Lavoro della Provincia di Oristano, i rappresentanti dell’azienda e delle organizzazioni sindacali.

Dall’Assessorato regionale del lavoro è partita la ferma richiesta all’azienda di evitare i licenziamenti e, in alternativa, di collocare in cassa integrazione il personale in esubero, proponendo per il medesimo un progetto di utilizzo presso gli enti pubblici della Provincia di Oristano con il riconoscimento di una integrazione economica mensile di circa 600 euro a lavoratore.

L’azienda, dapprima restia ad accettare la proposta per via della crisi del settore, che ha comportato la procedura di mobilità, e per il clima conflittuale che si respira in azienda, alla fine ha sottoscritto l’accordo.

A mettere a punto l’operazione che ha portato alla firma dell’accordo è stato l’assessore regionale del Lavoro Francesco Manca, che da Roma, dove si trovava per impegni istituzionali, ha dichiarato che “l’obiettivo raggiunto è frutto di uno sforzo congiunto con l’assessore all’Industria: i 45 lavoratori che rischiavano il licenziamento – ha affermato - verranno posti in cassa integrazione e saranno utilizzati negli enti locali (comune, provincia, Asl, ecc.)”. Le risorse necessarie pari a circa 350mila euro per l’erogazione del bonus integrativo, faranno carico al bilancio dell’Amministrazione regionale.

L’assessore dell’Industria Oscar Cherchi, anche lui nella capitale per impegni istituzionali, è stato costantemente informato sull’evoluzione del tavolo di trattativa e ha accolto con sollievo la notizia del raggiunto accordo: “La proposta fatta dall’assessore Manca – ha detto l’esponente della Giunta Cappellacci – era davvero irrinunciabile, contempla, infatti, un altro anno di respiro per i lavoratori della Compau. Nel frattempo potremmo mettere a punto gli strumenti utili all’azienda per un possibile rilancio della produzione”.
L’assessore del Lavoro della Provincia di Oristano ha dichiarato “di essere molto soddisfatto dell’accordo raggiunto che offre l’opportunità di mettere in campo uno strumento che consente a 45 lavoratori di recuperare la dignità del lavoro e un opportunità di reddito adeguato".