Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Enti locali. Confronto costruttivo nel pomeriggio tra Regione e sindaci. Pigliaru: forte senso di responsabilità da parte di tutti

02.12.15 - comunicati stampa - anno 2015
Il presidente della Regione Francesco Pigliaru e l'assessore degli Enti locali Cristiano Erriu hanno incontrato questo pomeriggio, nella sala Giunta di viale Trento, i rappresentanti di Anci Sardegna e Consiglio delle Autonomie locali, alla presenza del presidente della Commissione Autonomia del Consiglio regionale, Francesco Agus, e del relatore di maggioranza del testo di riforma Roberto Deriu. Il confronto, franco e costruttivo, ha portato all'unanime decisione di istituire un tavolo tecnico che, da venerdì 4 a domenica 6 dicembre, vedrà impegnati Regione e sindaci in un lavoro di ripulitura della legge di riordino e nella stesura di una proposta condivisa di una serie di emendamenti migliorativi. Il testo sarà discusso in Aula dal prossimo 9 dicembre.

Sulla necessità di lavorare al meglio, con responsabilità e in maniera unitaria, è intervenuto il presidente Pigliaru, che ha affermato: "Ci siamo resi conto che il dibattito delle ultime settimane manifestava un malessere vero e sincero, in parte frutto di un disegno nazionale che ha difetti importanti. Essere o meno città metropolitana è questione di densità, ma non è l’unica cosa che conta e neanche la più importante. L’Italia è fatta di altre forme urbane, tutte di pari dignità". Sostenendo che sia le aree urbane che quelle non urbane sono parimenti fondamentali per lo sviluppo della regione, il Presidente ha specificato che "nella nostra proposta questa idea era ben chiara, ma forse dobbiamo renderla ancor più esplicita. Non esiste un unico luogo che traina la crescita di tutti, ma la crescita è di tutti e per tutti. Da Regione speciale possiamo essere innovativi e presentare una proposta che parli anche alle altre Regioni italiane. Oggi emerge l’importanza del senso di responsabilità da parte di tutti, dimostrato dal fatto che saremo al lavoro sin dalle prossime ore per rispettare i tempi e dare un assetto istituzionale che rifletta meglio l’ansia di una regione in cui tutti vogliono partecipare allo sviluppo".

Sulla rilevanza dell’incontro odierno si è espresso anche il presidente dell’Anci Sardegna Pier Sandro Scano, condividendo l’esigenza di attribuire alcune funzioni amministrative oggi in capo alla Regione ai Comuni e di perseguire uno sviluppo armonioso, equilibrato e diffuso. Scano ha espresso un forte interesse per la proposta avanzata dal presidente Pigliaru, in particolare sulla necessità di arrivare alla definizione delle aree territoriali strategiche.

Ai lavori di oggi hanno partecipato i sindaci Nicola Sanna (Sassari), Andrea Soddu (Nuoro), Guido Tendas (Oristano), Gianni Giovannelli (Olbia), Umberto Oppus (Mandas), Giannino Deplano (Ussassai), Omar Hassan (Modolo), Emiliano Deiana (Bortigiadas), Laila Dearca (Teti) e Giuseppe Cappai (Sant’Andrea Frius), guidati dai presidenti dell’Anci Pier Sandro Scano e del Cal Giuseppe Casti.