Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Indennizzi marinerie oristanesi, Pigliaru segue con attenzione vertenza. Inviata proposta protocollo d'intesa

19.10.16 - comunicati stampa - Comunicati stampa
Il Presidente Pigliaru e la Giunta continuano a seguire con grande attenzione la questione che riguarda il riconoscimento degli indennizzi alle marinerie di Capo Frasca e l’attenuazione dei vincoli derivanti dalla presenza militare.
Lo stesso Presidente svolge una costante interlocuzione con il Governo per giungere a una rapida soluzione della vertenza sfociata nella manifestazione di protesta attuata dai pescatori nelle acque antistanti l'area del Poligono.
Un impegno ribadito da Filippo Spanu, Capo di Gabinetto del Presidente, che oggi a Marceddì ha incontrato i rappresentanti delle marinerie oristanesi.
"Occorre riconoscere un diritto pienamente legittimo. É del tutto evidente che i pescatori di Capo Frasca subiscano le stesse limitazioni dei colleghi delle altre marinerie che beneficiano di misure di indennizzo”, ha dichiarato Spanu.
Il Capo di Gabinetto del Presidente ha poi ricordato le tappe che hanno preceduto la protesta di questi giorni a partire dall’assemblea del 7 settembre del 2015 a cui hanno preso parte la Regione, i sindaci e le associazioni di categoria della pesca.
Poi sulla base della risoluzione approvata all’unanimità dalla Commissione Difesa della Camera, il 27 ottobre del 2015, con parere favorevole del Ministero della Difesa, si è sviluppato il lavoro del tavolo tecnico a cui hanno preso parte, oltre alla Giunta, i rappresentanti dello stesso Ministero, i sindaci del territorio e le organizzazioni di categoria. La discussione, da gennaio a marzo di quest’anno, ha riguardato gli sgomberi a mare, la previsione degli indennizzi, la perimetrazione delle aree e le rotte autorizzate, il rispetto dell’ambiente e le opere di bonifica e ripristino.
"Il tavolo - ha spiegato Filippo Spanu - ha lasciato in eredità un prezioso lavoro istruttorio tecnico che costituisce una base concreta per le conseguenti e necessarie decisioni politiche. In particolare dal confronto dei mesi scorsi sono scaturite misure, già a breve attivabili: l’individuazione di canali transitabili in condizioni di sicurezza, la definizione della misura degli indennizzi e delle marinerie beneficiarie e la previsione di ordinanze di sgombero da emanarsi puntualmente in occasione delle esercitazioni".

"Il Presidente Pigliaru - ha concluso Spanu - porta con forza all’attenzione del Governo l’esigenza che la vertenza dei pescatori di Capo Frasca sia affrontata preliminarmente, in modo specifico e prioritario. A questo fine lo stesso Presidente ha inviato, nella giornata di ieri, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e alla Difesa una proposta di Protocollo d’Intesa per il riconoscimento degli indennizzi e l’alleggerimento delle limitazioni che i pescatori di Capo Frasca subiscono a causa della presenza militare".