Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Trenino Verde, Pigliaru ai sindaci: sì a progetto di valorizzazione sostenibile

25.10.16 - comunicati stampa - Comunicati stampa
"Il trenino verde è un attrattore importante per l'Isola e soprattutto per le zone interne. Stiamo impostando un progetto di valorizzazione sostenibile, condiviso con i Comuni, basato su costi e benefici, su potenziale turistico, volumi di traffico, redditività attesa e disponibilità di intervento degli investitori privati. Tutto questo verrà accompagnato dalla messa in sicurezza della rete infrastrutturale in ogni punto in cui è possibile. Le amministrazioni locali devono essere e saranno protagoniste". Lo ha detto il presidente Francesco Pigliaru all'incontro con i Sindaci del territorio interessato dalla tratta del trenino, oggi a Villa Devoto, con gli assessori dei Trasporti e del Turismo, Artigianato e Commercio, Massimo Deiana e Francesco Morandi.
"Abbiamo 15 milioni di euro per il prossimo triennio che mettiamo a disposizione delle priorità che verranno individuate", ha spiegato Deiana. "Per quanto sia impossibile ad ora mettere in sicurezza tutti i 438 chilometri della tratta turistica, intendiamo sanare le criticità maggiori, dove si registri una risposta più significativa in termini di domanda e di partecipazione del territorio". La Regione intanto ha già avviato il processo che porterà alla separazione della gestione dell'infrastruttura dalla gestione del servizio, che potrà essere affidata a potenziali operatori interessati.

"Siamo pronti a promuovere il Trenino verde come attrattore turistico e come strumento di valorizzazione del territorio. Per farlo - ha aggiunto Morandi - occorre costruire insieme alle amministrazioni locali e agli operatori economici un "prodotto turistico" strutturato. Facciamo leva sul fatto che il Trenino verde è un attrattore importante, asseconda una vocazione turistica propria delle aree interne e può arricchire l'offerta anche nei periodi di spalla. Lavoriamo con urgenza su un progetto chiaro, per il breve periodo, e su un programma di prospettiva, per rendere sostenibili gli interventi e pianificare lo sviluppo".