Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Cucina italiana nel mondo: per due giorni la dieta sarda protagonista a Minsk

25.11.16 - comunicati stampa - anno 2016
Si sono concluse oggi le attività della Regione Sardegna a Minsk nell’ambito della “Settimana della cucina italiana nel mondo”. L'iniziativa, promossa dai Ministeri degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali con la collaborazione delle rappresentanze diplomatiche all’estero, realizzerà fino al prossimo 27 novembre più di 1300 eventi in più di 100 Paesi in tutti e cinque continenti al fine di valorizzare e promuovere la cucina italiana di qualità nel mondo.
Nella giornata di ieri, giovedì 24 novembre, la Dieta sarda della longevità, elisir di lunga vita oggi oggetto di studi e ricerche da parte della comunità scientifica mondiale, è stata protagonista del talk show televisivo "Nashe Utro" (Il nostro mattino) nel canale nazionale bielorusso ONT. Nel pomeriggio, invece, nella Facoltà di Turismo e del Commercio dell'Università Statale Bielorussa di Economia, grande partecipazione ed interesse per la manifestazione dove gli esperti sardi, commentando alcuni piatti della tradizione dei due territori reinterpretati da giovani cuochi sardi e bielorussi, hanno messo in luce gli aspetti similari delle due realtà gastronomiche. A margine dell'iniziativa sono stati anche discusse le modalità per l'avvio di una collaborazione con stage congiunti nei due territori.
Nella giornata di oggi, invece, nella prestigiosa cornice dell’Accademia delle Scienze di Minsk, si è svolta la Conferenza “Confronto dieta sardo mediterranea e dieta bielorussa in ordine alla promozione della salute e dell'invecchiamento sano ed attivo”, importante momento di riflessione scientifica alla presenza degli esperti sul rapporto tra invecchiamento sano, stile di vita, alimentazione e sulle esperienze nel contesto sardo e in quello bielorusso. Nel pomeriggio, infine, un percorso culinario (show cooking) per promuovere, presso un gruppo selezionato di operatori pubblici e economici, i principali e più importanti piatti e prodotti della nostra tradizione.