Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Accesso al credito, dalla Giunta 200 milioni per le imprese sarde con un nuovo fondo Bei. Paci: sosteniamo gli investimenti per la crescita sui mercati

30.12.17 - comunicati stampa - anno 2017
Duecento milioni di euro a disposizione delle piccole e medie imprese sarde per poter accedere a nuove linee di finanziamento con tassi particolarmente vantaggiosi. Uno strumento per facilitare l’accesso al credito delle nostre aziende fortemente voluto dall’assessore del Bilancio Raffaele Paci che ha ottenuto dalla Bei, la Banca Europea degli investimenti, l’apertura della nuova linea di credito attraverso la combinazione finanziamenti BEI, linee di credito bancarie e risorse finanziarie regionali provenienti da fondi strutturali europei.

PACI, REGIONE SVOLGE RUOLO DI FACILITATORE - "Abbiamo lavorato molto per ottenere questo risultato, per nulla scontato, e siamo molto soddisfatti di esserci riusciti. Lo siamo perché con 200 milioni diamo un aiuto importante alle nostre imprese, che spesso sono in difficoltà nell’ottenere prestiti, e lo siamo perché la Bei attivando questo strumento riconosce l’affidabilità della Regione da noi governata”, dice Paci. “Svolgiamo dunque il ruolo di facilitatori nel rapporto fra banche e imprese, e di garanti nei confronti della Bei con un nostro fondo di garanzia: con questa operazione vogliamo dare un nuovo impulso alla nostra economia e un ulteriore aiuto alle nostre imprese, mettendole nelle condizioni di poter investire, di innovarsi, di creare nuova occupazione e di consolidarsi per affrontare la sfida dei mercati internazionali”.

La Giunta, su proposta dell’assessore Paci, ha approvato la delibera con cui si delinea il percorso di questo nuovo intervento.

IL PERCORSO CON LA BANCA EUROPEA DEGLI INVESTIMENTI - Ad aprile scorso la Banca europea degli investimenti, in seguito ad una intesa con il Centro Regionale di Programmazione, ha messo a disposizione una linea di credito da 100 milioni di euro denominata “Sardinia Financial Instrument Financing” da assegnare a banche operanti sul territorio della Sardegna. L’assegnazione dell’importo sarà messa a gara con un bando che sarà pubblicato entro il prossimo 15 gennaio. Entro aprile l’operazione sarà attiva: le banche vincitrici dovranno erogare un valore di prestiti raddoppiato con risorse proprie a beneficio delle imprese della regione. La Regione supporterà l’operazione attraverso il proprio fondo di garanzia. Lo strumento finanziario decentrato troverà realizzazione nell’ambito del Quadro finanziario pluriennale 2014-2020. La bozza del bando è stata già redatta in dettaglio grazie al lavoro tecnico tra il Centro regionale di programmazione e la BEI con il supporto della Sfirs: il bando si rivolge a banche che abbiano almeno 30 succursali nel territorio regionale. Il prestito sarà concesso a condizioni di mercato, ma molto vantaggiose avendo la Bei un rating di tripla A.

IMPULSO ALL’ECONOMIA E FORTE SOSTEGNO ALLE IMPRESE - "E’ un ulteriore intervento con il quale vogliamo aiutare il sistema imprenditoriale della Sardegna a superare definitivamente la terribile crisi che le ha colpite, supportando quei segnali di ripresa che finalmente quest’anno si sono registrati”, sottolinea Paci. “Sappiamo bene che lo sviluppo lo fanno le imprese e che sono le imprese a creare occupazione, dunque la Giunta Pigliaru sta mettendo in atto tutti gli strumenti di sua competenza per aiutarle. Ricordo che sono già a disposizione delle nostre imprese 250 milioni di euro attraverso i bandi già pubblicati o di imminente uscita, abbiamo messo a punto una serie di strumenti finanziari, azzerato l’Irap per le nuove imprese e tenuta al minimo per le altre. Stiamo aiutando in tutti i modi le imprese sarde a essere sul mercato più forti e competitive, per aiutare la ripresa dell’intera economia regionale", conclude il vicepresidente della Regione.