Prova la versione BETA del sito e invia la tua opinione
Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Apre ad Ales FOR.Italy cantiere dimostrativo per gli addetti alla forestazione. L'assessore Lampis: "Foreste sarde grande patrimonio da salvaguardare e gestire con criteri moderni"

16.09.21 - ambiente e territorio - anno 2021
Cagliari, 16 settembre 2021 - Un cantiere forestale dimostrativo per l'acquisizione di competenze e procedure riferite a specifiche operazioni forestali, una prestigiosa occasione di incontro con le imprese forestali e il mondo della formazione professionale in questo campo.
Con questi intenti anche la Regione Sarda ha aderito a For.Italy Formazione per l’Italia, un progetto del MiPAAF finanziato con il Fondo per le Foreste Italiane dedicato alla qualificazione, alla formazione professionale e all'informazione degli operatori forestali.
L’Assessorato della difesa dell’ambiente rappresenta la Sardegna insieme ad altre otto regioni italiane, con l’Agenzia FoReSTAS quale Ente attuatore.
Da oggi il cantiere è operativo. La Sardegna, dice l’assessore Gianni Lampis, è la seconda Regione italiana per estensione di superfici boscate. Questo patrimonio si distingue da quello delle altre Regioni italiane per caratteri tipologici e specifici delle sue formazioni e, di conseguenza, per gli utilizzi e le economie che nel tempo si sono affermate definendone l’ampia varietà di paesaggi.
Il bosco, prosegue l’assessore, oltre all’economie tradizionali legate alla sughericoltura e alla legna da ardere, offre numerosi servizi ecosistemici destinati a sviluppare interessanti potenzialità economiche per il territorio e le imprese chiamate a gestirlo.
È strategico, dunque, per la Sardegna dotarsi di maestranze qualificate, in linea con i requisiti definiti a livello nazionale, assicurare un sistema in grado di riconoscere le competenze acquisite in ambito forestale e supportando la formazione professionale degli addetti.
Il Progetto For. ITaly rappresenta, in questo contesto, dice l’assessore Lampis, una importante occasione per sperimentare e mettere a punto procedimenti e atti che l’amministrazione regionale è tenuta a delineare in adeguamento alle normative vigenti.
Nel cantiere sono presenti varie stazioni con dimostrazioni pratiche delle principali operazioni forestali (abbattimento, allestimento, sicurezza). Saranno inoltre presentate le novità apportate dal Testo unico su foreste e filiere forestali per la qualificazione delle imprese e in materia di formazione degli operatori.
Saranno ammessi 125 partecipanti, ripartiti in base alla categoria di appartenenza.