Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Soru e Pigliaru a Roma per un incontro con la Ragioneria dello Stato

10.06.05 - comunicati stampa - anno 2005
"Continua si può dire giorno dopo giorno la nostra iniziativa verso lo Stato per rivendicare le risorse provenienti dalla compartecipazione al gettito fiscale”. All’uscita dalla riunione con i dirigenti della Ragioneria generale dello Stato e dell’Agenzia delle Entrate, che si è svolta ieri a Roma, il Presidente della Regione ha riepilogato i termini generali della rivendicazione: “Non si tratta più soltanto di una discussione tecnica che riguarda la Giunta e la maggioranza, ma e' il tema più importante dell'intera politica regionale perché dal riconoscimento di quanto ci è dovuto dipende la possibilità concreta di accelerare il percorso di sviluppo della nostra Regione".

Con gli uomini del Ministero dell’Economia e di quello delle Finanze si è tornati a calcolare l’entità delle entrate dovute e mai arrivate alla Sardegna, nel corso degli anni. Ha detto Renato Soru: "Si tratta di cifre importantissime: sulla base di calcoli precisi e della normativa esistente la Regione dovrebbe ottenere una cifra pari a 600 milioni di euro solo quest’anno". Alla quale va aggiunto il pregresso degli anni passati, che si aggira attorno ai 3 miliardi e mezzo di euro, e la rivendicazione di un innalzamento delle percentuali di compartecipazione per adeguarle a quelle riconosciute alle altre regioni a statuto Speciale.

Il Presidente della Regione ha ricordato anche ieri come il riequilibrio del livello di compartecipazione era già previsto dall'intesa istituzionale firmata nel '99 dall'allora presidente della Regione Palomba e da quello del Consiglio Massimo D'Alema: “Non si tratta solo di un’intenzione verbale: quello è un vero e proprio contratto fra Stato e Regione, e noi chiediamo che venga onorato".

Renato Soru ha ripetuto a Roma quel che aveva detto nei giorni scorsi all’audizione della Commissione Bilancio del Consiglio regionale, a proposito della necessità di coinvolgere tutte le forze politiche e l’intera società isolana sulla questione delle entrate: "Abbiamo bisogno di mettere in campo una iniziativa comune che coinvolga la politica sarda, i parlamentari sardi e l'intera società isolana".


Ufficio stampa