Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Mannoni: le nuove Province nell'assemblea dell'Autorità d'Ambito

15.06.05 - comunicati stampa - anno 2005
"Un adeguamento al mutato quadro istituzionale, semplicemente questo. Quando venne fatta la legge sull'Autorità d'Ambito le Province erano quattro, adesso sono otto". L'assessore dei Lavori Pubblici Carlo Mannoni risponde così alla polemica sollevata dal presidente dell'Autorità d'Ambito a proposito del disegno di legge con il quale la giunta regionale propone la modifica delle regole sulla composizione dell'assemblea.

I componenti passano secondo questo disegno da 40 a 44, consentendo l'ingresso di diritto a quattro esponenti delle nuove Province in aggiunta ai quattro già presenti. Dice Carlo Mannoni: "I quattro che fanno già parte dell’assemblea hanno diritto di voto, ogni voto vale 1 secondo lo statuto, non secondo la mia opinione, e non si capisce perché le nuove province dovrebbero pesare meno di uno magari riducendo il peso anche delle altre".

L'Assessore regionale non entra nel merito delle valutazioni di natura politica e di schieramento, introdotte nella polemica dal presidente dell'Autorità d'Ambito. "Non mi interessa a chi va la maggioranza fra centrosinistra e centrodestra", dice Mannoni riferendosi a una nota d'agenzia che dava ai rappresentanti del centrodestra nell’assemblea una maggioranza di 24 seggi su 36, che i nuovi ingressi non sono sufficienti a mettere in discussione. "Mi interessava proporre un adeguamento al mutato quadro istituzionale, che tenesse conto non di chi ha vinto le elezioni (che resta irrilevante per un gran numero di comuni visto che continuano a mantenere la loro rappresentanza anche con il mutato quadro politico), ma del fatto che ci sono in Sardegna quattro nuove Province, che sino a prova contraria sono enti locali, rappresentano territori, cittadini, istanze, non meno importanti di quelle delle amministrazioni comunali".

"Non mi sembra troppo rilevante – ha detto ancora l'Assessore – che il peso dei Comuni nell’assemblea dell'Autorità d'Ambito passi dal 90 all'82 per cento". "E del resto – conclude Mannoni – in sede di preparazione della legge regionale del 1997 il legislatore scrisse letteralmente a proposito dell'assemblea: "sarà costituita da trentasei componenti più un rappresentante per ogni provincia, presente e futura".