Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Entro settembre l'erogazione dei premi dell'indennità compensativa per il latte ovino.

14.07.05 - comunicati stampa - anno 2005
Una riunione convocata dall'assessore dell'Agricoltura Francesco Foddis, ha fatto il punto sugli interventi legati alla comunicazione, alla promozione delle vendite e all’informazione dei consumatori sulle peculiarità dei formaggi pecorini DOP della Sardegna. I rappresentanti dei Consorzi di tutela dei formaggi DOP e i tecnici di marketing del mondo della trasformazione cooperativa e industriale, hanno avviato così il lavoro con la struttura dell'Assessorato per preparare il programma operativo che tenga conto anche degli interventi finalizzati alla ricerca di nuovi prodotti e di interventi mirati all'internazionalizzazione delle imprese casearie e alla ricerca di nuovi mercati.

"La dotazione finanziaria relativa a questa tipologia di interventi – ha detto l'assessore Foddis - si aggira sui 4 milioni di euro".

L'Assessore ha parlato dell’insieme delle misure per il comparto ovi-caprino, a cominciare dalle emergenze.
Intanto, l’intervento diretto del Presidente della Regione sulle banche ha consentito il sostanziale impegno delle stesse verso la garanzia, per le aziende, dei prestiti di esercizio e di conduzione, ha detto Foddis.
Che poi ha illustrato il punto cui è giunta la pratica per l’indennità compensativa, attraverso cui l’accordo sul prezzo del latte ovino prevedeva il recupero di alcuni centesimi per ogni litro.

Il bando della Misura di indennità compensativa 2005, pubblicato il 19 maggio 2005, con scadenza 20 giugno 2005, è stato prorogato all’8 luglio su richiesta delle organizzazioni professionali agricole, a nome dei CAA (Centri di assistenza agricola) di riferimento. A causa del malfunzionamento del sistema Sian, sulla funzionalità dell'applicativo dello sviluppo rurale, non imputabili alla attività dei CAA, è stato richiesto qualche ulteriore giorno di tempo per la presentazione delle domande. Pur aderendo alle legittime richieste di proroga da parte delle organizzazioni, l’Assessorato è impegnato a rispettare i termini per l'erogazione dei premi prevista entro il mese di settembre 2005.

L'indennità compensativa per l’annualità 2005 prevede un aumento degli importi per ettaro e una variazione degli scaglioni previsti per l’erogazione degli stessi. La dotazione finanziaria è passata dai previsti 12 milioni di euro a 44 milioni di euro con un aumento di 32 milioni euro.

L'articolo 7, comma 4 della L.R. 7/2005 dispone lo stanziamento di 20 milioni di euro che, attraverso la realizzazione di una nuova misura di sviluppo rurale, a carattere pluriennale, si propone di apportare un ulteriore sostegno al mondo agropastorale.

Sulla scorta degli incontri avuti dalla struttura assessoriale e le rappresentanze del mondo produttivo, e sulla base delle indicazioni dei regolamenti comunitari, è stata quasi completamente definita una misura imperniata sull'adesione degli allevatori a un protocollo che si propone di migliorare il benessere degli animali. Ulteriori 6 milioni di euro sono stati previsti dall’articolo 6, comma 3 della Legge finanziaria, per i quali si procederà in tempi strettissimi a stilare il programma di utilizzo.