Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


L'Assessorato dell'Industria e la metanizzazione: le scelte di La Spisa hanno prodotto confusione (e un ricorso al Tar)

22.09.05 - comunicati stampa - anno 2005
Il consigliere regionale La Spisa seguita a travisare la realtà e a modificare a proprio uso e consumo le dichiarazioni dell'Assessorato dell'Industria, evidentemente in grossa difficoltà nell’elaborazione di un lutto da perdita di potere scelta dai cittadini sardi.
Prima l'ex assessore in maniera scomposta dichiara una cosa non vera affermando di non avere avuto risposta all’interrogazione sul Piano di metanizzazione (risposta data dall’Assessore il 31 marzo scorso) e poi confonde le idee parlando di bacini già costituiti e di reti già pronte.

L'Assessorato torna a ribadire che le scelte fatte dalla giunta di centrodestra e da La Spisa hanno avuto come unico risultato quello di provocare un ricorso al Tar e grande confusione. Questa giunta ha invece ridefinito i bacini assieme ai comuni.

Non è mai stato dichiarato che le condotte ad aria propanata non fossero compatibili con l’arrivo del metano, semmai che il beneficio del metano a basso costo non sarebbe servito a niente senza la previsione dei sistemi di collegamento tra le singole reti e la condotta principale del metano. Come si sarebbe provveduto nell’ottica di La Spisa a collegare la condotta principale del metano con la singola rete del comune lontana anche cento chilometri, e con quali risorse?

L'assessore Rau non ha mai accettato un confronto con l’ex assessore La Spisa basato sulla pregiudiziale politica: mai una critica è stata rivolta alle scelte di politica industriale e agli atti dell’amministrazione quando
anche nel passato si sono mossi nella giusta direzione.
L’assessore, pur non seguendo il consigliere La Spisa in tutte le sue polemiche, replica alle accuse di questi perché è suo dovere stando al merito delle questioni.