Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Entro il 31 ottobre le domande per i contributi della Legge regionale n. 7/1955.

13.10.05 - comunicati stampa - anno 2005
C’è tempo fino al 31 ottobre per le domande di accesso ai contributi della legge 7/55 (“Provvedimenti per manifestazioni, propaganda e opere turistiche”) relativamente alle manifestazioni da realizzarsi nel corso del 2006.
Le domande vanno presentate secondo le modalità illustrate negli allegati alla delibera n. 9/11 del 09/03/2005, reperibile sul sito www.regione.sardegna.it , seguendo il percorso home> regione> giunta>delibere.
La delibera stabilisce il termine di presentazione delle domande disposto dalla Giunta Regionale e fissa i nuovi criteri e le modalità di concessione e rendicontazione dei contributi previsti dalla legge. I criteri di concessione erano infatti rimasti immutati dal 2000 al 2004, sulla base di indicazioni che, pur contemplando la necessità di agire in contesti a vocazione turistica e su iniziative di valore consolidato, risentivano di un’eccessiva frammentazione e della mancanza di una visione strategica di respiro territoriale o tematico.
Le nuove direttive approvate dalla Giunta sono orientate verso una marcata accentuazione della valenza turistica delle iniziative, prevedendo e incentivando la realizzazione di programmi di respiro territoriale e regionale, costituiti da una o più iniziative unificate da tematismi o vocazioni territoriali omogenei e da strategie di promozione e tradizione turistica consolidata o in fase di consolidamento. In questo contesto trovano spazio anche le manifestazioni legate al turismo congressuale, sportivo, scolastico, religioso e culturale e tutte le iniziative in grado di promuovere la destagionalizzazione dei flussi turistici, per una percentuale che va dal 10 al 15% dello stanziamento globale (e comunque mai oltre i 150 mila euro per gli enti pubblici e i 100 mila per gli organismi privati). Per feste e sagre religiose è previsto dal 25 al 35%; per programmi costituiti da eventi e manifestazioni a carattere regionale o territoriale le percentuali vanno dal 20 al 30%.
L’accesso ai contributi della Legge Regionale n. 7 non sono cumulabili con i finanziamenti previsti dalla L.R. 17/50 e assegnati all’Assessorato della Pubblica Istruzione, beni culturali, informazione spettacolo e sport, fatti salvi particolari iniziative ed eventi per i quali dovrà essere previsto il parere concertato dei due assessorati.