Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Commissario straordinario delegato per la realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico per la Regione Sardegna - Accordo di programma 23 dicembre 2010

Viale Trento, 69 - 09123 Cagliari

Commissario:
Presidente della Regione
linea diretta 070/6062054
fax 070/6062100
Attività

In data 23 dicembre 2010 è stato stipulato l’Accordo di programma tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare e la Regione Autonoma della Sardegna finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico.
L’art. 5 del citato Accordo, dispone che per l’attuazione degli interventi ivi previsti i soggetti sottoscrittori si avvalgono di uno o più commissari straordinari di cui all’art. 17, comma 1, del decreto legge 30 dicembre 2009, n. 195, convertito con modificazioni dalla legge 26 febbraio 2010, n. 26, la cui nomina è stata disposta con il D.P.C.M. del 21 gennaio 2011.
A seguito dell’entrata in vigore del decreto legge n. 91 del 24 giugno 2014, convertito con modificazioni dalla legge n. 116 11 agosto 2014, il Presidente della Regione è subentrato, per gli interventi riguardanti la Regione Autonoma della Sardegna, nelle funzioni del commissario straordinario delegato per il sollecito espletamento delle procedure relative alla realizzazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e nella titolarità delle relative contabilità speciali.
Per le attività di progettazione degli interventi, per le procedure di affidamento dei lavori, per le attività di direzione dei lavori e di collaudo, nonché per ogni altra attività di carattere tecnico-amministrativa connessa alla progettazione, all'affidamento e all'esecuzione dei lavori, ivi inclusi servizi e forniture, il Presidente della Regione, in qualità di Commissario Straordinario Delegato, può avvalersi, oltre che delle strutture e degli uffici regionali, degli uffici tecnici e amministrativi dei comuni, dei provveditorati interregionali alle opere pubbliche, nonché della società ANAS S.p.A., dei consorzi di bonifica e delle autorità di distretto, nonché delle strutture commissariali già esistenti, non oltre il 30 giugno 2015, e delle società a totale capitale pubblico o delle società dalle stesse controllate.
Con l’Ordinanza n. 36/16 del 23/12/2014 il Presidente della Regione, in qualità di Commissario Straordinario Delegato, ha istituito la struttura di supporto per l’attività commissariale che opera presso la sede del Servizio opere idriche e idrogeologiche della Direzione generale dei lavori pubblici, coordinata dal Direttore del Servizio medesimo.
Con l’Ordinanza n. 206/6 del 27/02/2015 il Presidente della Regione ha nominato l’Assessore regionale dei lavori pubblici soggetto attuatore dell’Accordo di programma.