Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Contributi per l’integrazione fondo rischi dei confidi, al via le domande

Programmazione unitaria 2014-2020 - Strategia 2 "Creare opportunità di lavoro favorendo la competitività delle imprese". Programma di intervento 3 “Competitività delle imprese". Disposizioni attuative (ai sensi della D.G. R. n. 46/8 del 22.09.2015, modificata con D.G. R. n. 40/23 del 1.9.2017). Fondo unico per l'integrazione dei fondi rischi dei consorzi di garanzia fidi. Risorse 2017 (L.R. 19 giugno 2015, n. 14, art. 2) - Disciplinare di attuazione approvato con D.G.R. n. 51/43 del 17.11.2017.

Con l’obiettivo di favorire l’accesso al credito delle imprese, l’Assessorato regionale della programmazione ha pubblicato l’avviso per la concessione dei contributi destinati all’integrazione del fondo rischi dei consorzi fidi.

I Consorzi di garanzia fidi, oltre a possedere i requisiti richiesti, dovranno attestare:
- di essere costituiti da micro, piccole e medie imprese, industriali, commerciali, turistiche, di servizi e artigiane;
- di essere vigenti alla data del 31 dicembre precedente all’anno di assegnazione. Si prescinde da tale requisito per i Confidi di nuova istituzione e per quelli oggetto di operazioni societarie;
- di essere iscritti nel Registro delle Imprese e in regola con il pagamento del diritto annuale;
- di essere iscritti ai sensi dell’art. 106 e art. 112 del Testo Unico Bancario così come novellati dal d.lgs.141/2010 e successive modifiche e integrazioni;
- di prevedere nel proprio Statuto la possibilità di accesso a tutte le imprese, anche se non aderenti ad associazioni di categoria;
- di avere sede operativa nel territorio regionale. In mancanza, il Confidi si impegna a stabilirla nel termine di 60 giorni dalla pubblicazione sul sito internet della determinazione di assegnazione provvisoria delle risorse;
- di avere il bilancio certificato. Si prescinde da tale requisito per i Confidi di nuova istituzione e per quelli oggetto di operazioni societarie;
- avere un rapporto tra il totale delle garanzie rilasciate e la somma del patrimonio netto e dei fondi rischi garanzie, computato alla data del 31 dicembre 2016, non inferiore a 3;
- possedere, alla data del 31 dicembre 2016, l’indicatore sintetico di rischio non superiore a 75 punti su 100.
- che non sono state apportate variazioni allo statuto o, in alternativa, l’indicazione degli estremi della presentazione al Registro Imprese di eventuali modificazioni;
- che non sono in corso procedure concorsuali o d’amministrazione controllata con allegata copia del documento d’identità del Presidente del consiglio di amministrazione e del Presidente del collegio Sindacale;
- il numero totale dei soci, con la specificazione di quelli con sede operativa nella regione Sardegna, al 31 dicembre 2016;
- l’iscrizione alla Cciaa ai fini dell’acquisizione del certificato antimafia nonché la regolarità con gli obblighi previdenziali e contributivi;
- copia del bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre 2016, con allegato il verbale di approvazione e la relazione di certificazione.

Le risorse finanziarie per l’anno 2017 ammontano complessivamente a euro 5 milioni.

Le domande di contributo dovranno pervenire entro le ore 13 dell’11 dicembre 2017 tramite posta elettronica certificata all’indirizzo: programmazione@pec.regione.sardegna.it

Consulta i documenti

Consulta il procedimento

Informazione a cura dell'Urp della Presidenza


Ultimo aggiornamento: 24.11.17