Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Voli low cost: nessuna posizione dominante per Ryanair

La Cabina di regia del sistema aeroportuale ha preso atto del rifiuto di Ryanair che è legato ad una richiesta di un ulteriore contributo co-marketing di 5 milioni di euro per il mantenimento, per il 2010, delle rotte esistenti nello scalo di Alghero, per le quali la Regione eroga già un oneroso contributo.
Trasporti
CAGLIARI, 28 GENNAIO 2010 - "Nessuna posizione monopolistica di un singolo vettore può essere sovvenzionata con giochi al rialzo". Lo ha detto l’assessore regionale dei Trasporti, Liliana Lorettu, dopo il rifiuto di Ryanair a partecipare alla riunione programmata con la Cabina di regia il 2 febbraio per la pianificazione della stagione estiva in Sardegna.

La Cabina di regia del sistema aeroportuale ha preso atto del rifiuto di Ryanair che è legato ad una richiesta di un ulteriore contributo co-marketing di 5 milioni di euro per il mantenimento, per il 2010, delle rotte esistenti nello scalo di Alghero, per le quali la Regione eroga già un oneroso contributo.

La Cabina di regia, nel riconoscere l'importanza che Ryanair ha avuto sino ad ora come partner low cost per la Sardegna, ribadisce l’importanza di una nuova strategia nella politica dei voli a basso costo. Tale strategia è individuata unanimemente dalle società di gestione aeroportuali e dalla Regione rappresentata dall’assessore dei Trasporti.

La nuova strategia si basa sulla diversificazione dei vettori e delle rotte sia nazionali che internazionali in tutto il sistema aeroportuale della Sardegna. Nel confermare la volontà di mantenere aperto un dialogo con Ryanair, viene anche ribadita la decisione di non sottostare a dinamiche vessatorie e pertanto vengono confermati gli incontri del 2 febbraio prossimo con altri importanti vettori low cost interessati a garantire e incrementare le rotte attualmente esistenti nel sistema aeroportuale della Sardegna.