Vai al contenuto della pagina

Nuove risorse per potenziare e valorizzare gli aeroporti di Tortolì e Fenosu
Approvata una delibera con la quale si adottano gli indirizzi operativi per il coordinamento delle politiche di sviluppo del sistema aeroportuale della Sardegna, soprattutto con il potenziamento e la valorizzazione del sistema aeroportuale "minore", rappresentato dagli aeroporti di Tortolì-Arbatax e Oristano-Fenosu.

CAGLIARI, 2 FEBBRAIO 2010 - La Giunta regionale questa mattina si è riunita in seduta ordinaria nella sala del Consiglio comunale di Arzachena. I lavori sono stati preceduti da un breve incontro con il sindaco Piero Filigheddu e altri amministratori locali, che hanno dato il benvenuto nella cittadina gallurese, con l'auspicio di poter ospitare nuovamente una riunione dell’esecutivo regionale.

Il Presidente della Regione, Ugo Cappellacci, di concerto con gli assessori dei Trasporti, Liliana Lorettu, e del Bilancio, Giorgio La Spisa, ha approvato una delibera con la quale sono stati adottati gli indirizzi operativi per il coordinamento delle politiche di sviluppo del sistema aeroportuale della Sardegna, soprattutto con il potenziamento e la valorizzazione del sistema aeroportuale "minore", rappresentato dagli aeroporti di Tortolì-Arbatax e Oristano-Fenosu.

La Giunta ha dato mandato all'assessorato dei Trasporti di predisporre tutte le azioni necessarie per l’acquisizione di tutto il patrimonio regionale dello scalo aeroportuale di Tortolì-Arbatax e delle infrastrutture, attualmente di proprietà dell’Aliarbatax S.p.A., destinando un importo di cinque milioni e mezzo di euro.

La delibera prevede inoltre di adottare azioni specifiche di potenziamento infrastrutturale degli scali di Tortolì-Arbatax (1 milione e 500 mila euro) ed Oristano-Fenosu (3 milioni di euro).

La Regione acquisirà il 40% del pacchetto azionario della società di gestione aeroportuale dello scalo di Tortolì-Arbatax, la GEARTO S.p.A., il cui prezzo sarà stabilito con perizie giurate di stima. Le residue quote del pacchetto azionario saranno ripartite tra le società SFIRS S.p.A., la Provincia dell’Ogliastra, il Comune di Tortolì ed altri eventuali enti pubblici che vorranno partecipare all’acquisto, che acquisiranno dette quote con proprie risorse. Al termine dell’iniziale triennio di detenzione del pacchetto, una quota azionaria non superiore al 49%, sarà oggetto di collocamento sul mercato.

Per il Presidente Cappellacci, il potenziamento delle infrastrutture aeroportuali di Tortolì e Oristano può rappresentare una leva operativa necessaria per la creazione di un sistema aeroportuale sardo pienamente integrato, che sostenga la crescita del territorio.

Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
Creative Commons License 2017 Regione Autonoma della Sardegna