Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Mitilicoltura di Olbia, Prato: "Un gruppo di lavoro per arrivare a una soluzione condivisa"

Un gruppo di lavoro studierà le problematiche della mitilicoltura di Olbia per arrivare a brevissimo a una soluzione condivisa che possa rilanciare lo storico comparto produttivo della città. Il gruppo di lavoro avrà l’obiettivo di elaborare una proposta di mediazione tra le esigenze dei mitilicoltori olbiesi e quelle dell’Autorità portuale, che ha presentato qualche giorno fa il nuovo Piano regolatore.
Olbia
CAGLIARI, 24 FEBBRAIO 2010 - Un gruppo di lavoro studierà le problematiche della mitilicoltura di Olbia per arrivare a brevissimo a una soluzione condivisa che possa rilanciare lo storico comparto produttivo della città. La proposta è stata fatta questo pomeriggio dall’assessore regionale dell’Agricoltura, Andrea Prato, durante il vertice convocato a Cagliari e che ha visto la partecipazione del sindaco di Olbia, di diversi consiglieri regionali della maggioranza, dell’Autorità portuale, della Capitaneria di porto, delle associazioni di categoria e dei rappresentanti dei mitilicoltori.

Il gruppo di lavoro avrà l’obiettivo di elaborare una proposta di mediazione tra le esigenze dei mitilicoltori olbiesi e quelle dell’Autorità portuale, che ha presentato qualche giorno fa il nuovo Piano regolatore. «Oggi – ha dichiarato l’assessore - riscontro da parte di tutti una grande sensibilità per uno dei settori chiave di Olbia. La Regione attuerà ogni iniziativa per arrivare a un punto di mediazione tra le parti. Quella di oggi è solo la prima di una serie di tappe di un percorso che vuole approfondire ulteriormente il tema della mitilicoltura. Un tema che non deve essere visto come problema ma semmai come opportunità. Non è pensabile Olbia senza questo settore e senza la sua produzione primaria, che dev’essere incrementata e rilanciata perché c’è tanta richiesta e ci sono i mercati pronti".
A brevissimo si terrà a Olbia un nuovo incontro dove si farà il punto della situazione, dopo gli approfondimenti tecnici e i contributi che arriveranno dal gruppo di lavoro.