Vai al contenuto della pagina

Prorogato termine domande artigiani Legge 51/93
Lo stanziamento complessivo disposto dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio per la legge 51 è di 34 milioni di euro. Obiettivo del bando è consentire alle imprese artigiane sarde di beneficiare delle agevolazioni per lo svolgimento di attività diverse, proponendo un piano di investimenti produttivi organico e funzionale.
artigiano

CAGLIARI, 28 APRILE 2010 - È stato prorogato a sabato 15 maggio 2010 il termine di presentazione delle domande per i contributi agli imprenditori artigiani in base alla legge 51/93. La proroga riguarda le domande per la concessione dei contributi in conto capitale e in conto interessi, relativi all’annualità 2009, sia per la procedura a bando sia per la procedura a sportello (articoli 2 e 10 bis legge regionale 51/93). Tutte le altre disposizioni, informa il direttore del servizio Artigianato, restano confermate.

Lo stanziamento complessivo disposto dall’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio per la legge 51 è di 34 milioni di euro. Obiettivo del bando è consentire alle imprese artigiane sarde di beneficiare delle agevolazioni per lo svolgimento di attività diverse, proponendo un piano di investimenti produttivi organico e funzionale. La procedura di selezione delle domande di agevolazione per i piani di investimenti produttivi è di tipo valutativo a graduatoria.

Gli investimenti produttivi ammissibili alle agevolazioni devono riguardare una sola unità produttiva e non possono essere suddivisi in più domande di agevolazione. Non è ammessa la presentazione, da parte della stessa impresa, di una domanda di agevolazione relativa a più piani di investimento produttivo o a più unità produttive.

Gli aiuti previsti possono essere concessi a fronte di investimenti iniziali. Per investimento iniziale si intende quello in attività materiali e immateriali riguardante la creazione di un nuovo stabilimento, l’ampliamento di uno stabilimento esistente, la diversificazione della produzione e nuovi prodotti aggiuntivi oppure un cambiamento del processo di produzione. In particolare, si considerano agevolabili gli interventi per i nuovi investimenti produttivi da realizzare nell’ambito di una unità produttiva per lo svolgimento dell’attività d’impresa.

Le domande devono essere predisposte con modalità telematica, utilizzando la procedura disponibile nella pagina web dedicata attiva sul sito della Banca Artigiancassa Spa. Per l’ammissione alla fase istruttoria, la domanda predisposta per via telematica e completa delle schede tecniche, dovrà essere trasmessa secondo le modalità di seguito specificate:
- per via telematica al soggetto attuatore Artigiancassa. La procedura rilascia all’utente una comunicazione di ricevimento della domanda;
- per lettera raccomandata da trasmettere esclusivamente ad Artigiancassa, sempre entro il 15 maggio 2010 al seguente indirizzo: Artigiancassa Spa, via del Mercato Vecchio, 1, 09124 – Cagliari.


Consulta i documenti

Visita il sito della Banca Artigiancassa Spa

Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
Creative Commons License 2016 Regione Autonoma della Sardegna