Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Regione, timbro digitale anche in buste paga dipendenti

Il progetto, durato circa quattro mesi e condotto in collaborazione tra la direzione generale degli Affari generali e della Società dell'informazione, la direzione generale della Ragioneria generale e la società regionale Sardegna it, è il primo ad applicare la tecnologia del timbro digitale 2D-Plus sulle buste paga di un'amministrazione sarda.
tastiera computer
CAGLIARI, 28 FEBBRAIO 2011 - Prima tra le regioni del Centro Italia, e seconda a livello nazionale solo all’Emilia Romagna, la Sardegna introduce il timbro digitale nelle buste paga del personale della Regione. Con la retribuzione di febbraio, circa 4.500 dipendenti hanno ricevuto, via mail, il cedolino timbrato digitalmente che consente di dare valore legale alla busta paga, generando un unico documento informatico utilizzabile nei rapporti tra privati e tra privati e amministrazioni pubbliche.

In considerazione, inoltre, dei frequenti utilizzi dei cedolini per fini fiscali e di accesso al credito, l'apposizione del timbro digitale semplificherà tutte le operazioni di verifica di autenticità e dell'integrità delle dichiarazioni presentate dai dipendenti a banche, finanziarie, enti ed altri soggetti richiedenti. Il timbro digitale, infatti, è un particolare codice grafico, di forma rettangolare, che contiene all’interno sia il documento che la firma digitale, conservando il valore legale, e quindi la conformità all’originale, anche quando viene stampato.

"Dopo le applicazioni con i comuni, le province, le aziende sanitarie e le università - ha spiegato l’assessore degli Affari generali, personale e riforma della Regione, Mario Floris - la diffusione nell’Isola del progetto 'timbro digitale' prosegue stavolta direttamente all'interno dei procedimenti dell'Amministrazione regionale, sia per agevolare il lavoro quotidiano nell’ente pubblico, con una sensibile riduzione di tempi e costi, sia per assicurare una sempre maggiore trasparenza e legalità dell’azione amministrativa".

Il progetto, durato circa quattro mesi e condotto in collaborazione tra la direzione generale degli Affari generali e della Società dell'informazione, la direzione generale della Ragioneria generale e la società regionale Sardegna it, è il primo ad applicare la tecnologia del timbro digitale 2D-Plus sulle buste paga di un'amministrazione sarda.