Vai al contenuto della pagina

Industria. Fondo Venture Capital: Incentivi per le imprese innovative
"La strategia di questa forma d'investimento - spiega l'esponente dell'esecutivo - prevede il sostegno finanziario alle imprese nelle diverse fasi del loro ciclo di vita, dallo studio al progetto iniziale per lo sviluppo del prodotto e la commercializzazione iniziale fino alla crescita ed espansione societaria allo scopo di aumentare la capacità produttiva attraverso la realizzazione di un programma di innovazione tecnologica".
industria

CAGLIARI, 19 GENNAIO 2012 - Le risorse rimanenti per le imprese innovative, previste dal fondo di Venture Capital, ammontano a circa 19.000.000, di cui il 50% risorse pubbliche e sono disponibili fino al 31 dicembre 2013. Lo rende noto l'assessore dell'Industria, Alessandra Zedda.

"La strategia di questa forma d'investimento - spiega l’esponente dell’esecutivo - prevede il sostegno finanziario alle imprese nelle diverse fasi del loro ciclo di vita, dallo studio al progetto iniziale (seed capital) per lo sviluppo del prodotto e la commercializzazione iniziale (start up capital) fino alla crescita ed espansione societaria (expansion capital) allo scopo di aumentare la capacità produttiva attraverso la realizzazione di un programma di innovazione tecnologica".

"La capacità d’innovazione dell'impresa - precisa Zedda deve essere dimostrata dal possesso di almeno uno dei seguenti requisiti: una business idea innovativa, una nuova tecnologia di prodotto, provenienza o collaborazione con il mondo dell’università o della ricerca, competenza del gruppo imprenditoriale e del management".

"La partecipazione al capitale - aggiunge l'assessore dell’Industria - è commisurata alle effettive esigenze di sviluppo delle imprese, sulla base di uno specifico piano aziendale che fornisca informazioni dettagliate sui prodotti e sull’andamento delle vendite e dei profitti, in modo da stabilire la redditività dell’investimento”. Secondo la normativa, che ha recentemente modificato e ampliato i settori d’intervento, possono beneficiare al finanziamento le piccole e medie imprese industriali innovative, incluse le cooperative, con localizzazione produttiva in Sardegna ed operanti in diversi settori di attività economica:

- attività manifatturiere;- servizi logistici relativi alla distribuzione delle merci;

- telecomunicazioni;- produzioni di software, consulenza informatica e attività connesse;

- attività di servizi di informazione e altri servizi informatici;

- ricerca scientifica e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dell’ingegneria;

- attività di design specializzate;- attività delle lavanderie industriali.

Il fondo "Ingenium Sardegna" è gestito da una società specializzata in operazioni di seed e venture capital, Zernike Meta Ventures S.p.A, ed è finanziato per almeno il 50% dal soggetto gestore. Le imprese interessate possono presentare a tale società la domanda di partecipazione prima dell’avvio del progetto di sviluppo, inviando contestualmente una copia all’assessorato dell’Industria. Entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda, sarà analizzata la richiesta. Successivamente, l’impresa interessata e l’assessorato saranno informati sull’ammissibilità o meno all’intervento.

Per ulteriori informazioni consultare la pagina web procedimenti/modulistica dell’assessorato dell’Industria nel sito istituzionale della Regione.

Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
Creative Commons License 2016 Regione Autonoma della Sardegna