Vai al contenuto della pagina

Ue - Presidente Cappellacci ad Almunia: "Rinforzare gli aiuti De Minimis per le Isole"
Nelle immagini il Presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, intervistato da un giornalista della redazione Ansa di Bruxelles.

BRUXELLES, 17 FEBBRAIO 2012 - Occorre rinforzare il regime degli aiuti de minimis per le Regioni insulari. E' la richiesta formulata dal presidente Ugo Cappellacci, in qualità di presidente della Commissione delle Isole della Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime, al Commissario Europeo per la Concorrenza Joaquin Almunia, durante l’incontro svoltosi stamane a Bruxelles. Al centro del confronto i temi legati agli aiuti di Stato in relazione alle regioni insulari.
"E' necessario un incremento del limite previsto per gli aiuti de minimis (almeno il raddoppio da 200 a 400 mila euro) - ha spiegato Cappellacci - e stabilire una soglia più elevata anche per i settori dell’agricoltura, pesca e trasporti. La situazione economica internazionale richiede misure straordinarie finalizzate a intervenire su quel fattore costante e oggettivo rappresentato dai sovra costi causati dalla condizione di insularità, particolarmente gravosi per le piccole e medie imprese.
"Sono richieste - ha osservato Cappellacci - che vanno nella direzione principio della coesione economica, sociale e territoriale dell’Unione Europea, stabilito dall’art. 174 del Trattato, finalizzato a promuovere lo sviluppo armonioso dell’Unione e ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle Regioni e il ritardo delle Regioni meno favorite".
"Le Regioni insulari - ha detto il Presidente - chiedono attenzione e sostegno per poter superare le proprie condizioni di svantaggio e poter concorre così pienamente alle politiche di sviluppo dell’Unione Europea". (Fonte Ansa)


Trasporti, Cappellacci: "Illustrati ad Almunia danni arrecati sistema Tirrenia"
"Abbiamo rappresentato i gravi danni che il sistema Tirrenia ha causato alla Sardegna e che potrebbe causare ove, attraverso la vendita alla Cin, fosse perpetuato sotto altre insegne". Lo ha dichiarato il presidente Cappellacci al termine dell’incontro con il commissario europeo per la concorrenza, Joaquim Almunia.
"Spesso si fa riferimento ai posti di lavoro della Compagnia di navigazione, ma occorre dedicare identica considerazione a tutti quelli compromessi, messi in pericolo o che non posso nascere a causa di un sistema che blocca la nostra economia".
"Da parte del commissario Almunia - ha aggiunto Cappellacci - abbiamo ricevuto garanzie circa il fatto che sarà dedicata massima attenzione al dossier Tirrenia e ci ha confermato che proprio in queste ore è al lavoro con le sue strutture su questo tema. Attendiamo fiduciosi l’esito finale dell’indagine aperta dall'Unione europea e auspichiamo che la Sardegna e il mercato possano essere liberati dalla vecchia Tirrenia e da quello che, a nostro avviso, si configura come un vero e proprio cartello".


Scarica il comunicato stampa del CRPM in lingua francese [file.pdf]



Leggi anche la notizia "Carbosulcis, Assessore Zedda esprime soddisfazione per via libera al progetto"

Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
Creative Commons License 2016 Regione Autonoma della Sardegna