Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Referendum: domenica al voto 1.480.366 sardi

Le sezioni elettorali sono complessivamente 1.938, di cui 1.813 ordinarie e 125 le speciali (ospedaliere, case di cura e luoghi di detenzione). Il quorum, perché il referendum sia valido, è pari al 33% ovvero devono votare 493.455 elettori.
CAGLIARI, 6 MAGGIO 2012 - Per i dieci quesiti referendari oggi sono chiamati alle urne 1.480.366 sardi di cui 755.360 donne e 725.006 uomini. Le sezioni elettorali sono complessivamente 1.938, di cui 1.813 ordinarie e 125 le speciali (ospedaliere, case di cura e luoghi di detenzione). Il quorum, perché il referendum sia valido, è pari al 33% ovvero devono votare 493.455 elettori. In provincia di Cagliari gli elettori sono 490.169 (252.253 donne e 237.916 uomini), in quella di Sassari 297.592 (152.198 e 145.394), di Oristano 153.004 (77.558 e 75.446), di Nuoro 144.480 (73.607 e 70.873), in quella di Olbia-Tempio 129.704 (65.131 e 64.573), di Carbonia-Iglesias 119.898 (61.178 e 58.720), nel Medio Campidano 92.185 (46.540 e 45.645) e, infine, in quella di Ogliastra 53.334 (26.895 e 26.439).

Referendum n. 1:
“Volete voi che sia abrogata la legge regionale sarda 2 gennaio 1997, n. 4 e successive integrazioni e modificazioni recante disposizioni in materia di “Riassetto generale delle Province e procedure ordinarie per l’istituzione di nuove Province e la modificazione delle circoscrizioni provinciali?”.
Referendum n. 2:
“Volete voi che sia abrogata la legge regionale sarda 1 luglio 2002, n. 10 recante disposizioni in materia di “Adempimenti conseguenti alla istituzione di nuove Province, norme sugli amministratori locali e modifiche alla legge regionale 2 gennaio 1997, n. 4?”.
Referendum n. 3:
“Volete voi che sia abrogata la deliberazione del Consiglio regionale della Sardegna del 31 marzo 1999 (pubblicata sul BURAS n. 11 del 9 aprile 1999) contenente “La previsione delle nuove circoscrizioni provinciali della Sardegna, ai sensi dell’art. 4 della legge regionale 2 gennaio 1997, n. 4?”.
Referendum n. 4:
“Volete voi che sia abrogata la legge regionale sarda 12 luglio 2001, n. 9 recante disposizioni in materia di “Istituzione delle Province di Carbonia-Iglesias, del Medio Campidano, dell’Ogliastra e di Olbia-Tempio?”.
Referendum n. 5:
“Siete voi favorevoli all’abolizione delle quattro province “storiche” della Sardegna, Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano?”.
Referendum n. 6:
“Siete voi favorevoli alla riscrittura dello Statuto della Regione Autonoma della Sardegna da parte di un’ Assemblea Costituente eletta a suffragio universale da tutti i cittadini sardi?”.
Referendum n. 7:
“Siete voi favorevoli all’elezione diretta del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna, scelto attraverso elezioni primarie normate per legge?”.
Referendum n. 8:
“Volete voi che sia abrogato l’art. 1 della legge regionale sarda 7 aprile 1966, n. 2 recante “Provvedimenti relativi al Consiglio regionale della Sardegna” e successive modificazioni?”.
Referendum n. 9:
“Siete voi favorevoli all’abolizione dei consigli di amministrazione di tutti gli Enti strumentali e Agenzie della Regione Autonoma della Sardegna?”.
Referendum n. 10:
“Siete voi favorevoli alla riduzione a cinquanta del numero dei componenti del Consiglio regionale della Regione Autonoma della Sardegna?”.

Consulta i dati dell'affluenza alla chiusura delle votazioni

Consulta l'affluenza al voto delle ore 19

Consulta l'affluenza al voto delle ore 12

Leggi anche la notizia "Referendum - norme escludono "voto lumaca"

Leggi anche la notizia "Ripristinati i rimborsi delle spese di viaggio agli elettori residenti all'estero"

Leggi anche la notizia "Referendum: sala stampa in Regione domenica e lunedì; dati aggiornati in tempo reale anche sul sito istituzionale"

Consulta il documento [file.pdf]