Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Trenino verde: Deiana, la Regione farà la sua parte con il contributo dei comuni

"Sotto il profilo trasportistico, il Trenino verde ha rilevanza trascurabile, mentre assume grande importanza dal punto di vista della promozione. Pertanto - ha rimarcato Deiana - dobbiamo riflettere su quale sia il sistema di gestione più adeguato per questo fondamentale strumento di rilancio del territorio".
Trenino verde
CAGLIARI, 8 LUGLIO 2014 - "La Regione farà la sua parte, ma anche i Comuni devono giocare un ruolo importante per lo sviluppo del Trenino verde". Alla riunione convocata ieri sera a Gairo dal coordinamento dei sindaci dell'Ogliastra e del Sarcidano sullo sviluppo del Trenino verde, l'assessore dei Trasporti, Massimo Deiana, ha lanciato una proposta agli amministratori locali: "Riconoscendo il grande valore culturale della rete ferroviaria turistica isolana e garantendo l'impegno dell'amministrazione regionale per la sua salvaguardia, chiedo però anche ai sindaci di avere un ruolo nella gestione, ossia di farsi carico di alcuni servizi funzionali alla rete del Trenino, come la manutenzione ordinaria, la vigilanza, il controllo. Se la risposta è positiva - ha aggiunto l'assessore - posso convocare una riunione operativa già i prossimi giorni".
All'incontro promosso dal coordinamento dei sindaci, al quale tra gli altri hanno partecipato parlamentari e consiglieri regionali, si è affrontato anche il problema della competenza dell'assessorato dei Trasporti e dell'Arst nella gestione della linea ferroviaria turistica della Sardegna.

"Sotto il profilo trasportistico, il Trenino verde ha rilevanza trascurabile, mentre assume grande importanza dal punto di vista della promozione. Pertanto - ha rimarcato Deiana - dobbiamo riflettere su quale sia il sistema di gestione più adeguato per questo fondamentale strumento di rilancio del territorio". E' intenzione dell'assessore valorizzare al meglio il Trenino creando una divisione ad hoc all'interno dell'Azienda regionale trasporti.