Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Its, Firino a Sassari incontro Ras e Miur: "Linee guida per la nascita di nuove fondazioni"

I temi princiali discussi sono stati: linee guida regionali per attribuzione e distribuzione delle risorse, strutture e sedi operative, Piano triennale dell'offerta formativa degli Its e fondi Pon per tirocini.
giovani ragazzi studenti
SASSARI, 18 LUGLIO 2016 - "La Regione sta lavorando alle linee guida per gli Its - che saranno discusse a settembre - per stabilire, tra le altre cose, le regole per determinare la nascita di nuove fondazioni e avviare le procedure per la creazione dei Poli tecnico professionali". A dirlo, questa mattina, è l'assessore della Pubblica Istruzione Claudia Firino intervenendo al tavolo tecnico sugli Istituti tecnici superiori, organizzato all'IIS Pellegrini di Sassari con il MIUR, rappresentato dalla dirigente Nadia Garuglieri, e con i delegati dei tre Its dell'isola: oltre a Sassari, l'Amaldi di Macomer e il Mosos di Cagliari. I temi princiali discussi sono stati: linee guida regionali per attribuzione e distribuzione delle risorse, strutture e sedi operative, Piano triennale dell'offerta formativa degli Its e fondi Pon per tirocini.

"Quando la Giunta Pigliaru si è insediata, nel 2014, - ha ricordato Firino - abbiamo trovato ben avviato l'Its di Macomer, mentre quelli di Cagliari e di Sassari erano in fase di consolidamento, e ci siamo impegnati per concludere il percorso di formalizzazione e garantirne la partenza. Oggi i nostri obiettivi sono la distribuzione territoriale omogenea degli istituti, il potenziamento dell'attrattività per le imprese e garantire ai ragazzi che scelgono questo percorso di studi un'offerta formativa di qualità sempre più alta".

L'Esponente della giunta ha sottolineato l'importanza che gli Its hanno nel panorama dell'offerta didattica isolana, e l'attenzione che la Regione ha sempre riservato a tali istituti. "Le istituzioni sono chiamate a dare continuità attraverso i finanziamenti - ha concluso l'assessore - che sono stati sempre garantiti, in questi anni, attraverso un apposito stanziamento nel bilancio regionale".