Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Ambiente, schiusa delle uova di caretta caretta a Teulada

L'evento della nascita è stato gestito dalla Rete regionale della conservazione della fauna marina, coordinata dal Servizio Tutela della natura e politiche forestali dell'assessorato della Difesa dell'Ambiente, in collaborazione con il Centro Recupero cetacei e tartarughe marine di Nora e l'area marina protetta Penisola del Sinis e isola di Mal di ventre. Prezioso il supporto operativo del Corpo forestale e della Capitaneria di porto di Cagliari e del titolare e di tutto lo staff dello stabilimento balneare Malfatano Beach.
La piccola tartaruga
CAGLIARI, 10 AGOSTO 2016 - Nelle prime ore di lunedì 8 agosto, dopo 57 giorni di incubazione rispetto la media di 60-70 giorni previsti, si sono schiuse le uova di Caretta caretta nel nido di Capo Malfatano, a Teulada. L'evento della nascita è stato gestito dalla Rete regionale della conservazione della fauna marina, coordinata dal Servizio Tutela della natura e politiche forestali dell'assessorato della Difesa dell'Ambiente, in collaborazione con il Centro Recupero cetacei e tartarughe marine di Nora e l'area marina protetta Penisola del Sinis e isola di Mal di ventre. Prezioso il supporto operativo del Corpo forestale e della Capitaneria di porto di Cagliari e del titolare e di tutto lo staff dello stabilimento balneare Malfatano Beach.

I primi 54 nati hanno preso il mare in modo naturale. Dopo circa 23 ore altri 4 tartarughini sono emersi dalla sabbia e raggiunto l'acqua. Queste alcune immagini della Rete regionale per la conservazione della fauna marina, coordinata dal Servizio Tutela della natura e politiche forestali dell'assessorato della Difesa dell'Ambiente. La Rete prosegue nel presidio del nido di Malfatano e degli altri 3 nidi accertati di Villasimius, Muravera e Castiadas.