Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


In Sardegna la prima Autorità di bacino

La Regione ha recepito per prima in Italia la direttiva comunitaria per la gestione dell'acqua e del suolo, in stretta collaborazione con gli Enti locali. Autorizzate le nuove perimetrazioni per le aree maggiormente a rischio di frana e di inondazione.
Villagrande strisaili alluvione
CAGLIARI, 27 APRILE 2007 - Si è insediato il Comitato istituzionale dell'Autorità di bacino distrettuale della Sardegna, il nuovo organismo istituito con la legge regionale n. 19 del 6 dicembre 2006.

La Sardegna è la prima Regione in Italia ad essere dotata di un'Autorità di bacino (direttiva 2000/60 della Comunità europea), anche perché il Distretto si identifica con la Regione automaticamente soltanto nel caso delle isole maggiori, mentre negli altri casi il Governo nazionale sta risolvendo i problemi delle competenze interregionali.

L'Autorità dovrà garantire, in stretta collaborazione con gli Enti locali, la pianificazione e il controllo della gestione dell'acqua e del suolo e di tutte le componenti fisiche, economiche e sociali che interessano i bacini idrografici, elementi fondamentali per garantire un corretto uso delle risorse naturali, sia in relazione ai bisogni delle attuali generazioni e sia, soprattutto, in relazione a quelli delle generazioni future.

Nella riunione di insediamento il Comitato ha già assunto i primi provvedimenti in qualità di Autorità di bacino. L'organismo ha, infatti, deliberato l'autorizzazione alle nuove perimetrazioni dei vincoli con riferimento al vigente Piano di assetto idrogeologico nei Comuni di Sassari (località di Bancali e Ottava), Muravera, Sestu ed Elmas, a seguito degli aggiornamenti degli studi nelle aree a rischio di inondazione e frana.

Il Comitato istituzionale, che opera con il supporto tecnico delle strutture dei competenti assessorati regionali, è guidato dal Presidente della Regione, Renato Soru, ed è composto dai quattro assessori competenti in materia di lavori pubblici, difesa dell'ambiente, agricoltura e sviluppo produttivo (rispettivamente Carlo Mannoni, Cicito Morittu, Francesco Foddis e Concetta Rau) più tre amministratori indicati dal Consiglio delle autonomie locali: si tratta di Mauro Contini, consigliere della Provincia di Cagliari, Mariella Scanu, consigliere comunale di Siniscola, e Salvatore Piu, sindaco di Muravera.