Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Una rete di metro-tram nell'area di Cagliari

La Regione mette a disposizione 320 milioni di euro per un collegamento su binari fra Cagliari e l'area vasta del capoluogo sino a Settimo, Sestu, Elmas, Sinnai. Il prolungamento delle tratte già pronte, da piazza Repubblica al Policlinico, e addirittura sino al collegamento con Senorbì e Isili sui tracciati delle Ferrovie della Sardegna. Il progetto nei prossimi giorni alla valutazione dei consigli comunali.
CAGLIARI 2 FEBBRAIO 2008 - Dal 1 marzo i cagliaritani viaggeranno nuovamente con il tram in citta'. Entro un mese entrera' in funzione la metropolitana leggera che collega Cagliari con Monserrato, nella tratta piazza Repubblica-via Vesalio-Gottardo.

Entro l'anno sara' completata anche l'elettrificazione sulla linea che arriva fino a Settimo San Pietro. L'hanno annunciato stamane in una conferenza stampa il presidente della Regione, Renato Soru, e l'assessore ai Trasporti, Sandro Broccia, sottolineando come la Giunta punti a rilanciare il trasporto pubblico locale anche nell'area vasta di Cagliari. La rete leggera prevede, inoltre, una continuazione del percorso, per circa due chilometri, dalla fermata Gottardo (vicino alla cittadella finanziaria) fino al Policlinico universitario a Monserrato. Il progetto, illustrato ieri ai sindaci dei Comuni confinanti con il capoluogo, costerà complessivamente 319 milioni di euro, con finanziamenti ricavati dalla riprogrammazione di risorse comunitarie sui fondi Fas (Fondo aree sottoutilizzate) e Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale). "Il progetto, qualora le amministrazioni coinvolte decidessero di farlo diventare una realta' - ha puntualizzato il capo dell'esecutivo regionale - non rappresenta un'alternativa definitiva ad altri progetti, come per esempio quello della metropolitana sotterranea, ma è un complemento, si sovrappone. Se tra qualche anno, infatti, saranno disponibili maggiori risorse, alcuni tratti della
tranvia di superficie potranno essere sostituiti anche da gallerie".

Il progetto per allargare la rete di metrotranvia all'area vasta di Cagliari prevede 6 linee aggiuntive alle due, rossa e arancione, già definite su Cagliari, suddivise anch'esse per colore (verde, marrone, azzurra, celeste, blu, bordeaux), per una lunghezza complessiva di 35,65 km che interessa, oltre il capoluogo, Quartu Sant'Elena, Elmas, Sinnai, Settimo San Pietro, Monserrato, Quartucciu, Selargius e Sestu. Con la linea verde è previsto il collegamento, in mezz'ora, tra il rione quartese di Pitz'e Serra e l'ospedale Brotzu, passando per via San Benedetto, viale Colombo, viale Marconi e via Vesalio. Meno di 30 minuti saranno, invece, necessari al tram sulla linea marrone per collegare via Roma con Sestu, attraversando i quartieri di Sant'Avendrace, San Michele e la nuova lottizzazione di Su Planu. In un quarto d'ora, sulla tranvia azzurra, si arriverà dal Policlinico di Monserrato all'Aeroporto di Elmas, raggiungibile anche con una sola fermata di cambio dalle diramazioni blu e bordeaux che servono esclusivamente il centro città. (AGI)


Consulta l'allegato