Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sa Dom'e Farra passa dalla Regione al Comune di Quartu Sant'Elena

La casa museo, ceduta a un prezzo simbolico, è un simbolo identitario della comunità quartese e della cultura contadina del Campidano. Un luogo che rappresenta le sue origini agricole e valorizza i saperi e le tradizioni locali.
sa domu 'e farra, quartu sant'elena, museo
CAGLIARI, 10 APRILE 2008 - La Giunta ha deliberato, su proposta dell'Assessorato degli Enti locali di concerto con l'Assessorato della Pubblica istruzione, il passaggio della proprietà della storica casa museo Sa Dom'e Farra, simbolo identitario della città di Quartu Sant'Elena e della cultura contadina del Campidano. La struttura passa definitivamente dalla Regione al Comune di Quartu.

La cessione, fatta dalla Regione a prezzo simbolico, è finalizzata a restituire all'immobile il ruolo attrattivo che aveva in passato, ossia una "sorta di casa della comunità che rappresenti le sue origini agricole e valorizzi i saperi e le tradizioni". Sa Dom'e Farra manterrà la sua destinazione d'uso e opererà in sinergia con la programmazione regionale in materia museale, in modo da essere inserita nella più ampia politica regionale sulla rete dei musei e sulla fruizione dei beni culturali.

Nel settembre 2007 la Giunta, coerentemente con la politica a favore del recupero dell'identità, ha individuato il restauro di Sa Dom'e Farra tra gli interventi inseriti all'interno degli Accordi di Programma Quadro (APQ) per un importo pari a euro 800.000. Si prevede dunque la prossima restituzione alla comunità di un esempio importante che testimonia usi, stili di vita e credenze della società sarda dei secoli scorsi.

Consulta la delibera