Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Approvazione dell’accordo di programma per la realizzazione di opere e interventi

Ultimo aggiornamento: 2015-08-28 13:35:06

Dove rivolgersi:
Assessorato degli enti locali, finanze e urbanistica
Servizio pianificazione paesaggistica e urbanistica
V.le Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6064344 Fax:070/6064311
Email:

Settore pianificazione comunale per le province di Cagliari, Carbonia-Iglesias e Medio Campidano
V.le Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6064343 Fax:070/6064311
Email:

Settore pianificazione comunale per le province di Oristano, Nuoro e Ogliastra

Tel:070/6064153 Fax:070/6064311
Email:

Settore pianificazione comunale per le province di Sassari e Olbia- Tempio

Tel:070/6067299 Fax:070/6064311
Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico della Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica territoriale e della Vigilanza Edilizia
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067030 Fax:070/6064319
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17

Destinatari:
- soggetti pubblici, singoli o associati;
- soggetti privati, singoli o associati.

Termini di conclusione del procedimento:
gli accordi di programma devono risultare reciprocamente garantiti nei tempi, nelle modalità e nei risultati delle diverse fasi attuative previste dall’accordo stesso.
Documentazione:
elaborati tecnici

Modalità o descrizione:
Gli accordi di programma possono essere stipulati tra soggetti pubblici e privati o tra soli soggetti pubblici e sono uno strumento per garantire la crescita economica e produttiva del territorio interessato, in particolare dell’occupazione, attraverso la realizzazione di opere nei settori industriale, artigianale, agricolo, turistico, commerciale, residenziale e dei servizi. Tali accordi possono diventare uno strumento attuativo della pianificazione urbanistica territoriale vigente.

L'accordo di programma regola le modalità degli interventi relativi a dimensioni ampie di territorio, attraverso l'individuazione, preventiva e concordata, dei criteri con cui devono essere realizzati: la pianificazione pluriennale degli interventi sul territorio, l'integrazione e l'intersettorialità degli interventi produttivi, le utilità generali ai fini dello sviluppo e dell’occupazione nell'ambito del Piano generale di sviluppo della Regione e coerentemente a questo.

ACCORDO TRA SOGGETTI PUBBLICI
L’accordo tra i soli soggetti pubblici è utilizzato per la definizione e l'attuazione di opere, di interventi o di programmi di intervento che richiedono, per la loro completa realizzazione, l'azione integrata e coordinata di due o più enti pubblici (comuni, province, regioni, amministrazioni statali o altri soggetti pubblici). Lo scopo specifico è assicurare il coordinamento delle azioni e determinarne i tempi, le modalità, il finanziamento e ogni altro aspetto connesso. In questo caso, la conclusione dell’accordo è promossa, anche su richiesta di uno o più dei soggetti interessati, dal Presidente della Regione, dal Presidente della Provincia o dal Sindaco, in base alla competenza primaria o prevalente sull'opera, sugli interventi o sui programmi di intervento.

ACCORDO PUBBLICO/PRIVATO
La proposta di accordo pubblico/privato, accompagnata dagli elaborati tecnici necessari, deve essere adottata dal Consiglio comunale competente per territorio e, successivamente, deve essere approvata con deliberazione della Giunta regionale, sentito il Comitato tecnico regionale per l’urbanistica (CTRU) e sulla base dell’istruttoria effettuata del Settore competente per territorio del Servizio pianificazione paesaggistica e urbanistica.

Nel caso in cui il piano attuativo comporti modifiche del piano urbanistico comunale, sono applicate le procedure di approvazione proprie delle varianti di piano generale (PUC).

Normativa di Riferimento:
- Legge regionale n. 45 del 22/12/1989, artt. 20 e 28 - Norme per l’uso e la tutela del territorio regionale (testo coordinato con le successive modifiche) [file .pdf]
- Decreto Legislativo n. 267 del 18/08/2000, art. 34 - Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti locali
- Legge regionale n. 8 del 23/04/2015, artt. 18 e 19 - Norme per la semplificazione e il riordino di disposizioni in materia urbanistica ed edilizia e per il miglioramento del patrimonio edilizio
Note:
le procedure qui descritte sono valide sino all'approvazione di eventuali nuove norme che regolamentano e disciplinano tutti gli aspetti dell’approvazione e della stipula dell’Accordo di programma.
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza