Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Legge Regionale 23 marzo 1979, n. 15

Ricostituzione del Comune di Soddì mediante distacco dal Comune di Ghilarza.
Il Consiglio Regionale ha approvato
Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge:

Art.1
La frazione di Soddì è distaccata dal Comune di Ghilarza e ricostituita in Comune autonomo con la denominazione di Soddì e con la circoscrizione territoriale risultante dalla pianta planimetrica e dalla relazione descrittiva annesse alla presente legge.

Art.2
Con decreto dell’Assessore regionale degli enti locali, finanze ed urbanistica, su conforme parere del Comitato regionale di controllo sugli atti degli enti locali, si provvederà al regolamento dei rapporti patrimoniali e finanziari fra il Comune di Ghilarza ed il ricostituito Comune di Soddì .
La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.


ALLEGATO 1
RELAZIONE DESCRITTIVA DEI CONFINI
A partire da Nord e proseguendo verso Est il confine del nuovo Comune segue il limite comunale di Aidomaggiore dal punto in cui la strada provinciale di Ghilarza - Sedilo incontra il Rio Siddo, prosegue lungo lo stesso Rio Siddo fino alla battigia del Lago Omodeo in corrispondenza dell’attuale confine della frazione Zuri; segue quindi il limite della frazione Zuri attraverso le regioni denominate «Murdegu, «Sa Manenzia», «Fenugheddu» e «Funtana Mureddu»; prosegue a Sud lungo il confine del Comune di Boroneddu sino alla località denominata «Giorghisai e Aru»; quindi, da Sud verso Nord, prosegue per definire il confine Ovest per le località denominate «Orgono», «Mortos» e «Su Crastu» fino a ricollegarsi al Rio Siddo nel punto di partenza.
Dal punto di vista catastale il territorio del nuovo Comune risulta composto dai fogli di mappa 1,2,3,4 e 5 del catasto censuario del Comune di Soddì per una estensione di complessivi Ha 545.31.30.



Data a Cagliari, addì 23 marzo 1979.

Soddu