Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Legge Regionale 30 dicembre 1983, n. 39

Modifiche alla legge regionale 15 dicembre 1975, n. 58, recante: "Adesione della Regione Autonoma della Sardegna all’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni d’Europa (AICCE), Sezione italiana del Consiglio dei Comuni d’Europa".
Il Consiglio Regionale ha approvato
Il Presidente della Giunta Regionale promulga la seguente legge:

Art.1
L’articolo 2 della legge regionale 15 dicembre 1975, n. 58, è sostituito dal seguente:
"La Regione eroga a favore dell’Associazione di cui all’articolo 1 la quota annuale di lire 10 per abitante residente nella Regione, tenendo conto della popolazione all’ultimo censimento".


Art.2
Nei sottoelencati stati di previsione della spesa del bilancio della Regione per l’anno 1983, sono apportate le seguenti variazioni:
In diminuzione
03 - PROGRAMMAZIONE, BILANCIO E ASSETTO DEL TERRITORIO
Cap. 03016 - Fondo speciale per fronteggiare spese correnti dipendenti da nuove disposizioni legislative (art. 2 della legge regionale 10 maggio 1983, n. 12) L. 15.000.000
mediante utilizzazione della pari riserva indicata alla voce 3) della tabella A) allegata alla legge regionale 10 maggio 1983, n. 12.

In aumento
04 - ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA
Cap. 04170 - Quota da erogare all’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni d’Europa (LR 15 dicembre 1975, n. 58) L. 15.000.000

Le spese per l’attuazione della presente legge fanno carico al suindicato capitolo 04170 del bilancio della Regione per l’anno 1983 ed ai corrispondenti capitoli dei bilanci per gli anni successivi.


Art.3
La presente legge è dichiarata urgente ai sensi e per gli effetti dell’articolo 33 dello Statuto speciale per la Sardegna ed entra in vigore nel giorno della sua pubblicazione.

La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione.



Data a Cagliari, addì 30 dicembre 1983.

Rojch