Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Ente acque della Sardegna (Enas)

Via Mameli, 88 - 09123 Cagliari

Ing. Maurizio Cittadini
linea diretta 070/60211
fax 070670758
Visita il sito

Attività

L’Enas è l’ ente pubblico non economico strumentale della Regione che gestisce il sistema idrico multisettoriale dell’isola. Creato con la Legge regionale n. 19 del 2006 che ha trasformato l’Ente Autonomo del Flumendosa (istituito con Regio Decreto Legislativo n. 498 del 17 maggio 1946) integrandolo e potenziandolo con importanti opere idrauliche e con il contributo di esperienza e capacità del personale proveniente dal soppresso ESAF (Ente Sardo Acquedotti e Fognature) e dai Consorzi di Bonifica.
L’Enas si occupa di:
• gestione unitaria del sistema idrico multisettoriale regionale sia in modo diretto che indiretto;
• progettazione, realizzazione, gestione dei relativi impianti ed opere, manutenzione ordinaria e straordinaria e valorizzazione delle infrastrutture, degli impianti e delle opere, del sistema idrico
multisettoriale regionale;
• predisposizione dei programmi di interventi e del relativo piano finanziario inerenti al servizio di approvvigionamento idrico multisettoriale regionale;
• riscossione dei corrispettivi per il recupero dei costi del servizio idrico, per il sistema di approvvigionamento multisettoriale dell'acqua all'ingrosso, dalle utenze idriche settoriali sulla base del Piano di
recupero dei costi;
• progettazione, realizzazione, gestione di impianti di produzione di energia idroelettrica e, in generale, di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili finalizzati alla riduzione dei costi di
produzione ed erogazione della risorsa idriche del sistema multisettoriale regionale;
• monitoraggio qualitativo dei corpi idrici direttamente gestiti appartenenti al sistema multisettoriale, per la salvaguardia e il miglioramento del livello qualitativo della risorsa idrica per le diverse finalità
d'uso;
• promozione, sviluppo e partecipazione ai programmi di cooperazione internazionale nell'ambito delle attività specifiche oggetto dei propri compiti istituzionali;
• promozione, sviluppo e partecipazione a programmi e progetti volti a favorire lo sviluppo e la cultura della risorsa idrica nell'ambito nazionale e regionale;
• espletamento di ulteriori compiti, funzioni e attività conferiti dalla Regione, dagli enti locali e da altri soggetti pubblici e privati, in ambito nazionale ed internazionale, coerenti con la propria attività e
con riferimento alle attività di realizzazione delle opere pubbliche.