Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Nuovo Coronavirus - Cosa c'è da sapere

informazione di qualità

#informazionediqualità

Per fronteggiare l'emergenza Coronavirus la collaborazione dei cittadini è fondamentale.
In caso di dubbi sui sintomi chiama il tuo medico o pediatra.
Per informazioni chiama il numero verde dell'ATS 800311377 (dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20), per le emergenze il 118.
NON RECARTI AL PRONTO SOCCORSO.
Per informazioni generali contatta la Protezione civile regionale al numero 800 894 530 (tutti i giorni dalle 8 alle 20) o scrivi a urp.emergenza@regione.sardegna.it

Banner fase 2

REGISTRAZIONE PASSEGGERI IN ARRIVO IN SARDEGNA
In base all'ordinanza del Presidente della Regione n. 27 del 2 giugno 2020 tutti i passeggeri, adulti e minori, in arrivo in Sardegna su linee aeree o marittime sono tenuti a registrarsi prima dell'imbarco utilizzando l’apposito modulo on line.

Dopo la compilazione del modulo si riceve una mail di notifica dell'avvenuta registrazione, contenente un id di conferma insieme a un link che rimanda alla scheda di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19. La compilazione di tale scheda è obbligatoria e deve essere effettuata nelle 48 ore antecedenti alla partenza. Al termine si riceve una mail di Beni Benius in Sardegna con allegato un QR code da esibire al personale preposto all'imbarco.

La registrazione può avvenire anche tramite la App Sardegna Sicura disponibile negli store per i sistemi iOS e Android.

È possibile dare l'autorizzazione al tracciamento e partecipare all'indagine epidemiologica regionale.

Tutti i viaggiatori, inoltre, devono sottoporsi alle misurazione della temperatura corporea che, ai fini dell'imbarco, non può essere uguale o superiore a 37.5°.

Per maggiori informazioni inviare una mail alla casella: urp.emergenza@regione.sardegna.it o contattare il numero verde: 800 894 530.

A decorrere dal 1° luglio 2020 sono riaperti i collegamenti internazionali anche con Paesi extra UE fuori dall'area Schengen (Australia, Canada, Corea del Sud, Cina, Giappone, Georgia, Marocco, Algeria, Serbia, Tunisia, Montenegro, Uruguay, Thailandia, Nuova Zelanda, Rwanda), con obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi arriva da tali destinazioni.
Al momento restano esclusi gli Stati Uniti, il Brasile e la Russia, fino a nuove disposizioni europee e ministeriali, in base all'andamento della curva epidemiologica.

ULTIME NOTIZIE