Logo Regione Sardegna

Industria, export, iniziative per piano sud 2. Piras: continuiamo a sostenere le imprese che puntano ai mercati esteri


Il Piano PES2 ha due obiettivi: trasformare aziende potenzialmente esportatrici in esportatori abituali e incrementare la quota di esportazione, sul totale nazionale, ascrivibile alle regioni del Mezzogiorno nei settori di intervento. I destinatari sono micro e piccole medie imprese, startup, consorzi, reti di impresa, parchi tecnologici, centri universitari e incubatori.

CAGLIARI, 11 SETTEMBRE 2017 - Al via anche in Sardegna le iniziative legate alla prima annualità del Piano Export Sud 2, il Programma pluriennale di promozione e di formazione elaborato dal MISE e ICE Agenzia e finanziato con fondi UE, destinato alle realtà produttive e imprenditoriali delle regioni del Mezzogiorno. La Sardegna, insieme a Abruzzo e Molise, rientra tra le regioni cosiddette "in transizione" e destinatarie di un finanziamento complessivo pari a 6 milioni e 600 mila euro.

Il Piano PES2 ha due obiettivi: trasformare aziende potenzialmente esportatrici in esportatori abituali e incrementare la quota di esportazione, sul totale nazionale, ascrivibile alle regioni del Mezzogiorno nei settori di intervento. I destinatari sono micro e piccole medie imprese, startup, consorzi, reti di impresa, parchi tecnologici, centri universitari e incubatori.

Le filiere interessate, invece, sono: agroalimentare, arredo e costruzioni, alta tecnologia, energia, moda e mobilità. Le prime iniziative promozionali per le imprese, con condizioni di partecipazione agevolate, sono già in atto. S'inizia con la partecipazione fieristica, dal 2 al 10 dicembre 2017, al Nautic 2017 di Parigi, il più antico salone nautico francese, appuntamento destinato agli operatori del settore che vogliono far conoscere i loro prodotti e ampliare il portafogli clienti internazionale.

La seconda iniziativa, invece, è legata al Nano Tech 2018, il più grande evento mondiale dedicato alle nanotecnologie, che si svolgerà dal 14 al 16 febbraio 2018 a Tokyo. “Ci sono molte imprese sarde dei settori della nautica e dell’ICT che hanno le carte in regola per competere nei mercati internazionali e farsi conoscere e apprezzare anche all’estero”, dice l’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras. "Spero che sappiano cogliere le opportunità offerte dalle agevolazioni per partecipare ai due eventi fieristici. L’inserimento della Sardegna nel Piano Export Sud 2 – aggiunge la titolare dell’Industria – consente alle imprese di crescere sia in termini di competenze che di mercato. Le iniziative del Piano, tra l’altro, sono frutto del coordinamento sviluppato in questi anni tra ICE Agenzia e Regione e delle proposte avanzate dall’Assessorato nei mesi scorsi per la messa a punto del Programma, in linea con le numerose azioni portate avanti per aiutare il sistema imprenditoriale sardo a essere più presente oltre i confini regionali e nazionali. Il nostro Programma triennale per l’Internazionalizzazione da 22 milioni di euro ha ottenuto il gradimento delle centinaia di imprese sulle quali si sono concentrati gli interventi, dai bandi per le aziende singole e associate, ai Forum tematici e agli Export lab che hanno consentito di formare figure professionali qualificate nell’elaborazione di piani commerciali per l’estero".

Consulta il sito SardegnaImpresa

Ultimo aggiornamento: 11.09.17

© 2017 Regione Autonoma della Sardegna