Logo Regione Sardegna

Grano Cappelli, Caria incontra il Consorzio: "Metteremo in campo tutte le azioni possibili per difendere la filiera. È una battaglia dell'intera politica sarda"


Chiederemo inoltre al Mipaaf di valutare tutte le azioni possibili per difendere un marchio di qualità e un know how professionale che non va assolutamente disperso”. Lo ha detto oggi l’assessore dell’Agricoltura, Pier Luigi Caria, durante l’incontro che si è tenuto nella sede dell’Assessorato a Cagliari con una delegazione del Consorzio del grano senatore Cappelli.

Cagliari, 6 ottobre 2017 - "Siamo pronti a mettere in campo tutte le azioni politiche possibili per difendere la filiera del grano senatore Cappelli, la tradizione e le esperienze trentennali dei nostri agricoltori e trasformatori agroalimentari. Si tratta di una battaglia che non ha colori e dove coinvolgeremo la Commissione competente in Consiglio regionale, tutta l’Aula e i nostri parlamentari. Già la prossima settimana contatterò il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali per chiedere chiarimenti sull’assegnazione dei nuovi diritti di esclusiva per la commercializzazione e l’uso delle sementi del grano Cappelli. Chiederemo inoltre al Mipaaf di valutare tutte le azioni possibili per difendere un marchio di qualità e un know how professionale che non va assolutamente disperso”. Lo ha detto oggi l’assessore dell’Agricoltura, Pier Luigi Caria, durante l’incontro che si è tenuto nella sede dell’Assessorato a Cagliari con una delegazione del Consorzio del grano senatore Cappelli.

"È stato un confronto chiaro e propositivo – ha osservato Caria – in cui mi è stato descritto tutto il quadro della situazione e i passaggi che hanno portato alle criticità di oggi. Con altrettanta franchezza ho spiegato che ci troviamo di fronte a una sfida non facile, dove non lasceremo, tuttavia, niente di intentato anche attraverso una consulenza da seguire attraverso gli uffici legali della Regione”. Di “soddisfazione per il buon esito dell’incontro”, hanno parlato i rappresentati del Consorzio. “Adesso – hanno proseguito – dobbiamo fare fronte comune per far valere le ragioni di centinaia di lavoratori e famiglie che gravitano attorno a questo comparto”.

Ultimo aggiornamento: 06.10.17

© 2017 Regione Autonoma della Sardegna