Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Trasmissione attestato di prestazione energetica degli edifici
Decreto Legislativo n. 192 del 19 agosto 2005 e s.m.i. come modificato dalla Legge n. 90 del 03.08.2013, Decreto ministeriale del 26 giugno del 2009, Decreto legislativo n. 115 del 30 maggio 2008 e Decreto Legislativo n. 28 del 3 marzo 2011

Dove rivolgersi:
Assessorato dell'industria
Servizio energia ed economia verde
V.le Trento, 69 - 09123 Cagliari (5°piano)
Tel:Sig.ra Maria Teresa Garau 070/6062472 Fax:070/6062195
Email:
Indirizzo emailindustria@pec.regione.sardegna.it

Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17
Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Industria
Viale Trento, 69 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067037 Fax:070/6062494
Email:
Indirizzo emailind.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 17 alle 18
Destinatari:
Soggetti certificatori

La certificazione è di competenza esclusiva di un tecnico abilitato che può operare come libero professionista, associato o alle dipendenze di:
- enti pubblici e gli organismi di diritto pubblico che operano nel settore dell’energia e dell’edilizia;
- organismi pubblici e privati d’ispezione nel settore delle costruzioni edili, delle opere di ingegneria civile e di impiantistica, accreditati presso l’organismo nazionale o un suo equivalente europeo;
- società di servizi energetici (Esco).

Possono svolgere l'attività di certificatore i tecnici laureati in ingegneria, architettura, agraria e scienze forestali oppure quelli con diploma industriale, di geometra, o di perito agrario. I tecnici devono essere iscritti ad un ordine o collegio professionale e abilitati alla progettazione di edifici ed impianti asserviti agli edifici stessi, nell’ambito delle specifiche competenze a esso attribuite dalla legislazione vigente. Qualora il tecnico non sia competente in tutti i campi sopra citati può operare in collaborazione con un altro tecnico abilitato in modo che il gruppo costituito copra tutti gli ambiti professionali per i quali è richiesta la competenza. Si costituisce così un gruppo di certificatori energetici. Il certificatore energetico dovrà assicurare indipendenza e imparzialità di giudizio dichiarando nell'APE il non coinvolgimento diretto o indiretto nel processo di progettazione e realizzazione dell’edificio da certificare. Il requisito di terzietà dovrà essere garantito anche rispetto ai vantaggi che possono derivare dai rapporti col committente che, in ogni caso, non potrà essere nè un coniuge nè un parente fino al quarto grado.
Requisiti:
Dal 1° ottobre 2015 gli attestati di prestazione energetica (APE) dovranno essere redatti secondo le modalità indicate nei decreti del Ministero dello Sviluppo economico del 26 giugno 2015 "Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici" e "Adeguamento linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici".
Termini di conclusione del procedimento:
data di ricevimento dell’attestato di prestazione energetica da parte dell’Ufficio
Termini di presentazione:
Dal 1° novembre 2015 gli attestati dovranno essere trasmessi al Servizio Energia ed Economia Verde dell'Assessorato solo se redatti conformemente alla normativa vigente, esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC). Entro i quindici giorni successivi alla trasmissione della copia del certificato firmato digitalmente all'indirizzo:

industria@pec.regione.sardegna.it, il soggetto certificatore procede alla consegna dell’APE al richiedente.
Modulistica:
Scarica l'allegato 6 e 7 del decreto ministeriale del 26 giugno 2009


Descrizione del procedimento:
Con la legge n. 90 entrata in vigore ad agosto 2013, è stato soppresso l'attestato di certificazione energetica (ACE) e sostituito con l'attestato di prestazione energetica (APE), rispondente ai criteri indicati nella direttiva 2010/31/UE.

L’ attestato di prestazione energetica è un documento che descrive le caratteristiche energetiche di un edificio, di un abitazione o di un appartamento. E' uno strumento di controllo che sintetizza con una scala da A a G le prestazioni energetiche degli edifici.

Per prestazione energetica di un edificio' si intende la quantita' annua di
energia primaria effettivamente consumata o che si prevede possa essere necessaria per soddisfare, con un uso standard dell'immobile, i vari bisogni energetici dell'edificio, la climatizzazione invernale e estiva, la preparazione dell'acqua calda per usi igienici sanitari,la ventilazione e, per il settore terziario, l'illuminazione, gli impianti ascensori e scale mobili.

La certificazione va richiesta, a proprie spese, dal titolare del titolo abilitativo a costruire, comunque denominato, o dal proprietario, o dal detentore dell’immobile, ai soggetti certificatori abilitati.

In data 2 ottobre 2014, sono state pubblicate le revisioni delle norme tecniche UNI TS 11300 parte 1 e parte 2, pertanto a partire da tale data, la determinazione della prestazione energetica deve essere effettuata avvalendosi esclusivamente di tali norme il cui utilizzo è obbligatorio.

E’ obbligatorio produrre l’ attestato di prestazione energetica nei seguenti casi:
a) vendita di edifici o singole unità immobiliari
b) affitto di edifici o singole unità immobiliari
c) edifici di nuova costruzione al termine dei lavori
d) ristrutturazione importante quando i lavori insistono su oltre il 25% della superficie dell'involucro dell'intero edificio
e) edifici pubblici ed aperti al pubblico.

L'attestato va aggiornato in caso di lavori di riqualificazione o ristrutturazione che modificano la classe energetica dell'immobile.
Nel caso in cui un immobile sia stato dotato prima del 06 giugno 2013 di attestato di certificazione energetica non è necessario venga sostituito dall'attestato di prestazione energetica.

L’attestato di prestazione energetica deve essere allegato ai contratti di compravendita immobiliare, agli atti di trasferimento di immobili a titolo oneroso e ai nuovi contratti di locazione di edifici o di singole unità immobiliari soggetti a registrazione, pena l’applicazione di una multa da 500 a 18 mila euro. Ha una validità temporale massima di dieci anni a partire dalla redazione. La validita' temporale massima e' subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica dei sistemi tecnici dell'edificio, in particolare per gli impianti termici, comprese le eventuali necessita' di adeguamento.

Con decreto ministeriale del 22 novembre 2012 è stata abrogata l'autodichiarazione in classe G a cura del proprietario.


Responsabile del procedimento:
Stefano Piras 070.6067366 stpiras@regione.sardegna.it

Sostituto responsabile del procedimento:
Roberto Saba 070.6062261 rsaba@regione.sardegna.it

Responsabile del provvedimento finale:
Direttore del Servizio
Normativa di Riferimento:
- Decreto Legislativo n. 192 del 19 agosto 2005 - Ripubblicazione del testo del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante: "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia.", corredato delle relative note.
- Decreto Legislativo n. 115 del 30 maggio 2008 - Attuazione della direttiva 2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e abrogazione della direttiva 93/76/CEE
- Decreto Ministeriale del 26 giugno del 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.
- Direttiva n. 2010/31/UE del 19/05/2010 - sulla prestazione energetica nell’edilizia
- Decreto Legislativo n. 28 del 3 marzo 2011 - Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE
- Decreto Ministeriale del 22 novembre 2012 - Modifica del decreto 26 giugno 2009, recante: «Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.
- Legge n. 90 del 03/08/2013 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, recante disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'ediliz
- Decreto Legge n. 145 del 23/12/2013 - Interventi urgenti per lo sviluppo economico e per l’avvio del piano “Destinazione Italia”, per il contenimento delle tariffe elettriche e del gas, per la riduzione dei premi RC-auto, per l’internazionalizzazione, lo sviluppo e la digitalizzazione delle i
Comunicato del 19/11/2014 - Aggiornamento normativa in materia di attestazione di prestazione energetica
- Determinazione del Direttore del Servizio n. 7168/170 del 10/04/2015 - Modalità di trasmissione Attestati di Prestazione Energetica degli Edifici
- Decreto del Ministero del 26 giugno 2015 - Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici
- Decreto Ministeriale del 26 giugno 2015 - Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 - Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.
Decreto interministeriale del 26 giugno 2015 - Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell’applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici. Pubblicato nel Supplemento ordinario n. 39 alla Gazzetta
Consulta il comunicato del 29 settembre 2015
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza