Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Voucher per la promozione delle piccole e medie imprese nei mercati esteri
Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013 Asse VI Competitività – Linea di attività 6.3.1.a) “Azioni di sistema e supporto all’internazionalizzazione delle imprese”

Dove rivolgersi:
Sfirs Spa
Via Santa Margherita 4 - 09124 Cagliari

Assessorato dell'industria
Direzione generale dell'industria
Servizio per le politiche di sviluppo attività produttive, ricerca industriale e innovazione tecnologica
Settore sviluppo integrato e servizi alle imprese
Via XXIX Novembre 1847, 23 - 09123 Cagliari
Tel:070/6062495 Fax:070/6062215
Email:
Indirizzo emailind.incentivi@regione.sardegna.it
Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Industria
Viale Trento, 69 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067037 Fax:070/6062494
Email:
Indirizzo emailind.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 17 alle 18
Destinatari:
Possono beneficiare dell’intervento le micro, piccole e medie imprese (PMI) così come definite nell’allegato I del Regolamento (CE) 800/2008 che abbiano sede operativa in Sardegna e che operano nei seguenti settori di attività economica di cui alla classificazione Ateco 2007:
- sezione B – sottocategoria 08 ( Altre attività di estrazione di cave e miniere);
- sezione C - Attività manifatturiere;
- sezione F – Costruzioni;
- sezione H - sottocategoria 52.29.22 (Servizi logistici relativi alla distribuzione delle merci);
- sezione J - divisioni 62 (Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse) e 63 (Attività di servizi di informazione e altri servizi informatici);
- sezione M - gruppo 72.1 (Ricerca scientifica e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dell’ingegneria).
Sono esclusi:
a)gli aiuti concessi a imprese attive nel settore della pesca e dell’acquacoltura;
b)aiuti concessi a imprese attive nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli;
c) aiuti concessi a imprese attive nella trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli nei seguenti casi:
- quando l’importo dell’aiuto è fissato in base al prezzo o al quantitativo di tali prodotti acquistati da produttori primari o immessi sul mercato dalle imprese interessate;
- quando l’aiuto è subordinato al fatto di venire parzialmente o interamente trasferito a produttori primari;
d) aiuti ad attività connesse all’esportazione verso paesi terzi o Stati membri, ossia aiuti direttamente collegati ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre spese correnti connesse con l’attività di esportazione;
e) aiuti condizionati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione;
f) aiuti ad imprese attive nel settore carboniero;
g) aiuti destinati all’acquisto di veicoli per il trasporto di merci su strada da parte di imprese che effettuano trasporto di merci su strada per conto terzi;
h)aiuti concessi a imprese in difficoltà.
Termini di conclusione del procedimento:
35 giorni lavorativi dalla data di ricezione della domanda
Termini di presentazione:
Le domande di concessione dei voucher devono essere compilate on line fino alle ore 16 del 15 ottobre 2013 e poi complete della documentazione e in bollo dovranno essere trasmesse in originale cartaceo entro 5 giorni dall'invio telematico tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o corriere espresso al seguente indirizzo:
Sfirs S.p.a
Via Santa Margherita 4
09124 Cagliari
Sul plico dovrà essere indicata la seguente dicitura: "Contiene domanda di contributo sull’Avviso Voucher per la promozione delle PMI nei mercati esteri. POR FESR 2007-2013 – Linea di Attività 6.3.1.a”. Non fà fede il timbro postale.
Documentazione:
Domanda in bollo con allegata la seguente documentazione:
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante i requisiti per la classificazione di microimpresa, piccola o media impresa (allegato 1)
- copia fotostatica del documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore della domanda (allegato 2);
- copia del fascicolo dell’ultimo bilancio approvato (degli ultimi due esercizi nel caso l’impresa sia costituita ed attiva da oltre tre anni) o documentazione fiscale equivalente (allegato 3);
- curriculum/curricula del/dei fornitore/i dei servizi nell’ipotesi di richiesta del Voucher di cui alla Linea di intervento “A” e alla Linea di intervento “B” in caso di partecipazione alla missione economica in forma singola (allegato 4).

Per l'EROGAZIONE DEL FINANZIAMENTO:
Entro 30 giorni dalla emissione dell’ultimo titolo di spesa ritenuto ammissibile per la linea di intervento A ovvero dalla conclusione dell’evento nelle ipotesi previste dalle linee di intervento B e C, l’impresa beneficiaria, deve inviare al soggetto attuatore dell'intervento, la SFIRS, la domanda di erogazione del contributo e presentare la relativa rendicontazione.
La documentazione di spesa dovrà comprendere:
- elenco delle fatture o altra documentazione fiscale o equivalente relativa alle spese sostenute con indicazione del fornitore, imponibile e oggetto, data e modalità di pagamento ivi inclusi gli estremi delle fatture o documenti equipollenti;
- fatture o altra documentazione fiscale o equivalente in originale quietanzata, con allegata copia del bonifico o di altro titolo attestante la tracciabilità del pagamento. Saranno esclusi dalle agevolazioni gli importi pagati per contanti e gli importi che risultino regolati mediante compensazioni di qualsiasi genere. Le fatture o la documentazione fiscale o equivalente, per essere ritenuta ammissibile, dovranno indicare il dettaglio delle singole voci di spesa. Sull’originale dei documenti dovrà essere apposto un timbro – a pena di inammissibilità della relativa spesa – con apposita dicitura che attesti che la spesa corrispondente ha fruito dell’agevolazione;
- dichiarazione di spesa e attestazione di responsabilità del beneficiario degli aiuti.
La Sfirs, verificata la correttezza della documentazione presentata, entro 15 giorni dal ricevimento della stessa, e richieste eventuali integrazioni e chiarimenti, in caso di esito positivo, eroga all’impresa beneficiaria l’importo del voucher. Il contributo verrà erogato in un’unica soluzione, previa verifica da parte della Sfirs della regolarità contributiva dell’impresa richiedente. A tal fine, nella domanda di ammissione l’impresa richiedente dovrà indicare i dati contributivi necessari per la richiesta del Durc.
Nel caso il programma di export sia composto da più Voucher, la domanda di erogazione dei voucher successivi al primo è condizionata all’avvenuta rendicontazione del voucher precedente.
Modulistica:
COMPILA LA DOMANDA ON LINE
Domanda di ammissione al voucher [file.rtf]
Modulistica per la rendicontazione [file .zip]

Costo:
marca da bollo da 16 euro

Descrizione del procedimento:
La Regione Sardegna intende favorire i processi di internazionalizzazione delle micro, piccole e medie imprese sarde attraverso l’assegnazione di Voucher intesi come contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi di consulenza e per la partecipazione a fiere e/o missioni internazionali all’estero, nell’ambito di un intervento di export presentato dalle PMI e/o di adesione ad un programma di manifestazioni (fiere o missione) all’estero.

La finalità dei voucher per la promozione delle Piccole e medie imprese nei mercati esteri è quella di costruire un sistema di aiuti funzionale alle esigenze delle imprese sarde interessate all’export, volto al perseguimento dell’obiettivo specifico “Sviluppare l’apertura internazionale del sistema produttivo regionale e potenziare la capacità di internazionalizzazione delle PMI”, dell’obiettivo operativo 6.3.1 “Migliorare la capacità del sistema produttivo di internazionalizzazione delle PMI” e della Linea di Attività 6.3.1.a) “Azioni di sistema e supporto all’internazionalizzazione delle imprese” del POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività.

Queste le linee di intervento previste per l’acquisizione di servizi di supporto all’internazionalizzazione tramite voucher:
- linea di intervento A - servizi di consulenza e supporto per l’internazionalizzazione volti a facilitare l’identificazione di partner esteri e lo sviluppo e consolidamento di relazioni economiche e commerciali con i mercati esteri;
- linea di intervento B - partecipazione a missioni economiche all’estero in forma singola e in forma coordinata: finanzia i costi di partecipazione a missioni imprenditoriali con l’obiettivo di facilitare i rapporti economici e commerciali tra imprese stabilendo contatti diretti mediante incontri d’affari in Paesi esteri.
- linea di intervento C - partecipazione a fiere internazionali all’estero diretta a finanziare i costi di partecipazione a fiere internazionali all’estero in forma aggregata e singola.

L’impresa potrà scegliere l’evento tra quelli ritenuti di interesse purché la fiera prescelta per cui si richiede il voucher sia in possesso dei requisiti di “fiera internazionale all’estero”.

Ogni soggetto beneficiario può richiedere, nell’ambito del programma export, uno o più voucher pari al raggiungimento del contributo massimo di 10.000,00 euro. Ciascun Voucher ha un importo compreso tra 1.000,00 euro e 3.000,00 euro e il contributo non potrà superare il 75% dei costi ammissibili ad agevolazione. Gli importi massimi concedibili per i singoli voucher delle linee di intervento B e C sono distinti in base all'area geografica di riferimento e in particolare:

- paesi dell’Unione europea 2.000,00 euro;
- paesi extra Unione europea 3.000,00 euro.

L’intervento è attuato mediante procedura valutativa a sportello, seguendo l’ordine cronologico di invio online. La valutazione delle domande di agevolazione verrà effettuata dal soggetto attuatore dell'intervento, la Sfirs, sulla base dei seguenti criteri di valutazione:
- coerenza dell’operazione;
- efficacia dell’operazione in termini di qualità tecnica ed economico-finanziaria degli interventi;
- sostenibilità/durabilità dell’operazione in termini di capacità operativa.

Saranno considerate finanziabili, sino ad esaurimento delle risorse disponibili, le domande che conseguiranno un punteggio almeno pari a 35.

Entro 15 giorni dalla presentazione della domanda, la Sfirs invierà all’Assessorato dell’Industria le risultanze istruttorie con le relative valutazioni. L’Assessorato dell’Industria, entro i successivi 20 giorni lavorativi, adotterà il provvedimento di concessione/diniego del contributo che trasmetterà alle imprese beneficiarie e, per conoscenza, alla Sfirs.
L’impresa dovrà ultimare il programma entro 12 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione.

Responsabile del procedimento:
Stefano Piras 070.6067366 stpiras@regione.sardegna.it

Sostituto responsabile del procedimento:
Roberto Saba 070.6062261 rsaba@regione.sardegna.it

Responsabile del provvedimento finale:
Direttore del Servizio
Normativa di Riferimento:
Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 06/05/2003 - - relativa alla definizione delle microimprese, piccole e medie imprese
Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 - relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e successive modifiche ed integrazioni
Regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio dell'11 luglio 2006 - recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, e successive modifiche ed integrazioni
Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione dell'8 dicembre 2006 - che stabilisce modalità di applicazione del Regolamento (CE) 1083/2006 e successive modifiche ed integrazioni
Regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione Europea del 15 dicembre 2006 - relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d’importanza minore “de minimis”
Por Fesr 2007/2013
- Legge regionale n. 2 del 29/05/2007, art. 25 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (legge finanziaria 2007)
Delibera della Giunta Regionale n. 31/11 del 20 luglio 2011 - - Riprogrammazione del Programma Operativo FESR 2007-2013 e della rimodulazione del piano finanziario
Delibera della Giunta Regionale n. 52/70 del 23/12/2011 - PO FESR Sardegna 2007-2013. Linea di attività 6.3.1.a. ''Azioni di sistema e supporto all'internazionalizzazione delle imprese''. Nuove Direttive di attuazione in conformità ai principi di cui alla L.R. n. 2/2007, art. 25
Delibera della Giunta Regionale n. 10/6 del 28/02/2012 - POR FESR 2007/2013 Linea di attività 6.3.1.a “Azioni di sistema e supporto all’internazionalizzazione delle imprese”. Nuove Direttive di attuazione in conformità ai principi di cui all’art. 25 della L.R. n. 2 del 29 maggio 2007. Approvazione definitiva
Deliberazione della Giunta Regionale n. 10/20 del 28/2/2012 - Riprogrammaz. conseguente alle indicazioni contenute nei documenti naz. e comunitari finaliz. all’adozione di strategie per il superamento delle attuali difficoltà e ad intraprendere azioni di supporto alla crescita e alla Competitività: Piano di Coesione

- Delibera della Giunta Regionale n. 39/35 del 26/9/2012 - POR FESR 2007-2013. Asse VI Competitività. Linea di Attività 6.3.1.a) “Azioni di sistema e supporto all’internazionalizzazione delle imprese”. Rimodulazione previsioni di spendita di cui alla Delib.G.R. n. 52/68 del 23.12.2011.
Consulta l'AVVISO integrato, la proroga e gli atti collegati
Note:
nota 1 )Secondo la normativa comunitaria, alla categoria delle microimprese, delle piccole imprese e delle medie imprese (PMI) appartengono le imprese che occupano meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di euro e/o il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di euro.
2. All'interno della categoria delle PMI, si definisce piccola impresa un'impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di euro.
3. All'interno della categoria delle PMI, si definisce microimpresa un'impresa che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo e/o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro.
(Normativa di riferimento: Regolamento (CE) della Commissione n. 800/2008 del 6 agosto 2008 allegato I)

Il regime di aiuti è applicabile sino al 31.12.2013
Allegati e collegamenti:
Classificazione delle attività economiche - Ateco 2007 [file .zip]
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza