Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


COSTITUZIONE ELENCO INVESTITORI PRIVATI PER IL FONDO DI CAPITALE DI RISCHIO

Ultimo aggiornamento: 2016-05-17 13:35:49

Dove rivolgersi:
Direzione generale dell'industria
Assessorato dell'industria
Servizio per le politiche di sviluppo attività produttive, ricerca industriale e innovazione tecnologica
Via XXIX Novembre 1847, 23 - 09123 Cagliari

Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Industria
Via XXIX Novembre, 23 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067037 Fax:070/6062494
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 17 alle 18

Destinatari:
Tutte le persone giuridiche di natura privata, attive da almeno 5 esercizi, interessate a richiedere il co-investimento del Fondo di Capitale di Rischio per operazioni di equity
Termini di conclusione del procedimento:
30 giorni
Termini di presentazione:
Le manifestazioni d'interesse potranno essere presentate a partire dalle ore 10 del 15 febbraio 2016. Con successivo avviso verrà comunicata la data di chiusura.

Le manifestazioni d'interesse possono essere redatte utilizzando esclusivamente la procedura informatizzata on-line del "Sistema informativo per la gestione del processo di erogazione e sostegno" della Regione Autonoma della Sardegna disponibile all'indirizzo:
http://bandi.regione.sardegna.it/sipes/login.xhtml
Requisiti:
a) Banche autorizzate in Italia e succursali delle banche comunitarie stabilite nel territorio della Repubblica, iscritte all'albo nazionale per l'esercizio dell'attività bancaria;
b) intermediari finanziari iscritti nell'elenco generale (ex art. 106 comma 1 del Testo Unico Bancario) che esercitano nei confronti del pubblico, con carattere di professionalità, l'attività di concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma;
c) intermediari finanziari comunitari, aventi sede legale in uno Stato dell'Unione Europea che esercitano nei confronti del pubblico, nello stesso paese, le attività;
d) SICAV (Società di investimento a capitale variabile) e SICAF (Società di investimento a capitale fisso) e di SGR (Società di Gestione del Risparmio) iscritte nell’albo ;
e) società di capitali di diritto italiano o di diritto di altri Stati membri dell'Unione Europea avente quale oggetto sociale la gestione di fondi di Venture Capital o qualsiasi altro soggetto giuridico avente quale obiettivo/oggetto sociale l'acquisizione di partecipazioni azionarie di società di piccole/medie dimensioni non quotate, e costituente entità distinta sia dagli investitori che dalle imprese nelle quali siano effettuati gli investimenti;
f) incubatori di start- up innovative certificati .

I soggetti interessati ad essere iscritti nell'elenco devono attestare il possesso dei seguenti requisiti soggettivi mediante dichiarazione sostitutiva:
- requisiti di ordine generale;
- requisiti di idoneità professionale.

Non possono essere iscritti:
- i soggetti sottoposti a procedure concorsuali, ivi compresa l'amministrazione controllata e l'amministrazione straordinaria, o le procedure equivalenti previste dalle singole legislazioni nazionali applicabili negli altri Paesi;
- i soggetti per i quali sia stata disposta la sospensione degli organi secondo quanto previsto dall’articolo 53 del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, ovvero il provvedimento equivalente previsto dalle singole legislazioni nazionali applicabili negli altri Paesi;
- i soggetti che non soddisfino i requisiti di ordine generale ex art. 38 D. Lgs. 163/06.

Modulistica:
Compila la manifestazione di interesse
Modalità o descrizione:
L'Assessorato dell'Industria intende acquisire le manifestazioni di interesse non vincolanti al fine di costituire un apposito elenco ufficiale degli investitori privati autorizzati ad operare insieme al Fondo di Capitale di Rischio.

Il Fondo di capitale di rischio è stato costituito presso la Sfirs per investimenti in equity riguardanti l’avvio e il primo sviluppo di piccole e medie imprese innovative di nuova o recente costituzione che abbiano un valido progetto di sviluppo e con prospettive di crescita sia dimensionale, che reddituale. In particolare, il fondo interviene co-investendo in operazioni di equity degli investitori privati, ovvero nell’acquisizione diretta, in aumento di capitale, di partecipazioni finanziarie temporanee e di minoranza in piccole e medie imprese.

L'iscrizione è obbligatoria per poter richiedere il co-investimento del Fondo in operazioni di equity, ma non comporta alcun obbligo per gli iscritti, salvo il mantenimento dei requisiti per l'ammissione. Gli iscritti possono richiedere in qualsiasi momento la cancellazione.

Normativa di Riferimento:
- Legge Regionale n. 2 del 29 maggio 2007 - Art. 25
- Delibera della Giunta Regionale n. 46/14 del 22 settembre 2015 - Fondo di capitale di rischio (venture capital) per investimenti in equity per la creazione e lo sviluppo di imprese innovative – PO FESR Sardegna 2014-2020. Direttive di attuazione.
- Delibera della Giunta Regionale n. 55/14 del 17 novembre 2015 - Fondo di capitale di rischio (venture capital) per investimenti in equity per la creazione e lo sviluppo di imprese innovative. PO FESR Sardegna 2014-2020. Direttive di attuazione. Approvazione definitiva.
- Consulta l'avviso pubblico e i suoi allegati
Allegati e collegamenti:
Manuale per la compilazione delle manifestazioni di interesse online
Procedimenti collegati:
FONDO DI CAPITALE DI RISCHIO (VENTURE CAPITAL) PER INVESTIMENTI IN EQUITY PER LA CREAZIONE E LO SVILUPPO DI IMPRESE INNOVATIVE (POR FESR Sardegna 2014–2020 – Azione 3.6.4 "Contributo allo sviluppo del mercato dei fondi di capitale di rischio per le start up d'impresa nelle fase pre-seed, seed e early stage" )
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza