Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Contributi alle associazioni di volontariato operanti in ambito sanitario
Anno 2015

Dove rivolgersi:
Assessorato dell'igiene e sanità e dell'assistenza sociale
Servizio promozione e governo delle reti di cure
Settore della rete dell'emergenza e urgenza (EU)
Via Roma, 223 - 09123 Cagliari
Tel:070/6065372 Fax:070/6065459
Email:
Indirizzo emailsan.dgsan3@regione.sardegna.it
Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico della Sanità
Via Roma, 223 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067041 Fax:070/6065389
Email:
Indirizzo emailsan.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17
Destinatari:
associazioni di volontariato che operano, senza scopo di lucro, nel campo dell'assistenza agli infermi
Requisiti:
- essere iscritte nel settore sociale - sanità e assistenza sociale del registro generale regionale del volontariato, tenuto presso la Presidenza della Regione;
- essere convenzionate con il servizio 118 e disporre di un solo mezzo di "normale uso" per svolgere tale servizio.
Termini di conclusione del procedimento:
30 giorni
Termini di presentazione:
scaduto il 3 giugno 2015.
Documentazione:
Per richiedere l'agevolazione, è necessario presentare la seguente documentazione:
1) domanda di contributo, firmata dal legale rappresentante dell’associazione e compilata sul modello disponibile nella sezione modulistica;
2) copia di un documento di identità del legale rappresentante;
3) copia dell’ultimo rapportino di servizio attestante i km percorsi al momento della presentazione
della domanda.
La documentazione deve essere spedita, tramite raccomandata postale con avviso di ricevimento, al seguente indirizzo:
Assessorato regionale dell’Igiene e sanità e dell’assistenza sociale
via Roma, 223
09123 Cagliari.

Per ottenere l’erogazione del contributo, le associazioni ammesse all’agevolazione dovranno presentare all’azienda sanitaria locale (asl) competente per territorio:
- la fattura quietanzata relativa all’acquisto del bene strumentale o, in caso di acquisizione in leasing, copia quietanzata della fattura di acquisto del bene da parte della società di leasing con la quale è stato stipulato il contratto;
- il certificato di collaudo del bene strumentale acquistato, redatto secondo lo schema disponibile nella sezione modulistica;
- la dichiarazione di presa in carico del bene strumentale da parte del legale rappresentante dell’associazione;
- l’indicazione della banca/bancoposta e del numero di codice Iban del conto bancario o postale dell’associazione beneficiaria.
In caso di acquisizione in leasing, dovranno essere presentati anche i seguenti documenti:
- originale o copia del contratto di leasing;
- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, firmata dal legale rappresentante dell’associazione, contenente l’impegno a riscattare il bene;
- nota con cui il legale rappresentante dichiara che la fattura n. … del …, intestata alla società di leasing …, è riferita all’acquisto di un’ambulanza da parte dell’associazione.
Modulistica:
- richiesta di contributo [file .pdf]
- certificato di collaudo [file .pdf]


Descrizione del procedimento:
La Regione concede alle associazioni di volontariato che operano nel campo dell'assistenza agli infermi contributi per l’acquisto di beni strumentali destinati al perseguimento dei fini assistenziali previsti dai rispettivi statuti.

In particolare, per il 2015 il contributo è riconosciuto per l’acquisto o l’acquisizione mediante contratto di leasing di un’ambulanza da utilizzare come mezzo "di normale uso" per il servizio di 118.

Le richieste saranno valutate tenendo conto dell’anno di immatricolazione del mezzo già posseduto dall’associazione richiedente e del numero di km percorsi.
I contributi saranno assegnati con determinazione del direttore del competente Servizio dell’Assessorato, fino all’importo massimo di 25mila euro e nei limiti dello stanziamento annuale, che per quest'anno è pari a 250mila euro (vedi note).
L'importo concesso a ciascuna associazione sarà erogato dall'asl competente per territorio dietro presentazione dei documenti indicati alla voce "documentazione".

Il bene acquistato con il contributo potrà essere venduto o donato solo con l’autorizzazione dell’Assessorato, che potrà concederla esclusivamente per gravi e/o straordinarie circostanze che non consentano la prosecuzione dell’attività dell’associazione.

Responsabile del procedimento:
Marcello Tidore (070 606 5360; mtidore@regione.sardegna.it)

Sostituto responsabile del procedimento:
Giuseppe Maria Sechi (070 606 5277; giusechi@regione.sardegna.it)

Responsabile del provvedimento finale:
il direttore del servizio
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza