Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Elenco regionale dei tecnici competenti in acustica ambientale - liberi professionisti
Riconoscimento della qualifica professionale di tecnico competente nel campo dell'acustica ambientale

Dove rivolgersi:
Assessorato della difesa dell'ambiente
Servizio tutela dell'atmosfera e del territorio
Via Roma, 80 - 09123 Cagliari
Tel:070/6065996 Fax:070/6066721
Email:
Indirizzo emailamb.antinquinamento@regione.sardegna.it
Indirizzo emailamb.gestione.rifiuti@regione.sardegna.it
Indirizzo emaildifesa.ambiente@pec.regione.sardegna.it
Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico della Difesa dell'Ambiente
Via Roma, 80 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067031 Fax:070/6066615-6697
Email:
Indirizzo emailamb.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio lunedì e mercoledì dalle 16 alle 17
Destinatari:
Operatori nel campo dell'acustica ambientale (liberi professionisti)
Requisiti:
I requisiti fondamentali per la presentazione della domanda sono suddivisi in requisiti di ammissibilità e requisiti professionali.
Requisiti di ammissibilità:
- residenza nel territorio della regione Sardegna;
- titolo di studio.
Sono titoli di studio utili al fine del riconoscimento del titolo di TCAA, il diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico, il diploma universitario ad indirizzo scientifico, ovvero il diploma di laurea ad indirizzo scientifico. Tra i diplomi di scuola media superiore ad indirizzo tecnico è compreso quello di maturità scientifica e tra i diplomi universitari o i diplomi di laurea ad indirizzo scientifico, quelli in ingegneria ed architettura.
La verifica dei requisiti di ammissibilità è svolta presso il competente Servizio tutela dell’atmosfera e del territorio. Le richieste che hanno superato la verifica dei requisiti di ammissibilità vengono portate all’attenzione della competente Commissione esaminatrice.

Sono requisiti professionali:
- attività non occasionale nel campo dell’acustica ambientale.si evidenzia che la durata dell’attività svolta si calcola in annualità che partono dalla data di inizio della prima prestazione utile nel campo dell’acustica ambientale e si chiudono con la data di conclusione dell’ultima prestazione utile in acustica ambientale.

Si precisa che per attività non occasionale si intende lo svolgimento di prestazioni utili nel campo dell’acustica ambientale per ogni annualità, per un periodo di tempo di almeno quattro anni per i diplomati e di almeno due anni per i laureati, per i titolari di diploma universitario o diploma di laurea. Ai fini del riconoscimento sono valutate quali attività integrative in campo acustico, sia quelle previste dall’art. 2 comma 5 del D.P.C.M. 31.03.1998, sia altre prestazioni in campo acustico quali ad esempio la predisposizione del progetto acustico di un edificio atto a garantire il rispetto dei requisiti acustici passivi (D.P.C.M. 05/12/97);
- corsi in acustica ambientale. Al fine del riconoscimento del titolo in argomento, all’attività di collaborazione con tecnico competente è equiparata la frequenza e il superamento con profitto di un corso in acustica ambientale, nel rispetto dei requisiti definiti (paragrafo 4 dell’allegato tecnico alla delibera n.12/4 del 8 marzo 2016).

Si riportano le tipologie di prestazioni in materia di acustica ambientale, così come individuate in via indicativa nel D.P.C.M. 31 marzo 1998, utili ai fini del riconoscimento del titolo:
- misure fonometriche in ambiente esterno ed abitativo unitamente a valutazioni sulla conformità dei valori riscontrati ai limiti di legge ed eventuali progetti di bonifica;
- proposte di zonizzazione acustica;
- redazione di piani di risanamento.
Si riportano altresì le ulteriori prestazioni che l’Amministrazione Regionale considera utili ai fini del riconoscimento del titolo, che verranno valutate dalla Commissione esaminatrice:
- redazione di tesi di laurea a carattere sperimentale nonché dottorato di ricerca nell’ambito dell’acustica ambientale;
- insegnamento nel campo dell’acustica ambientale svolto a livello universitario;
- documentazione di impatto acustico e clima acustico;
- certificazione di conformità ai requisiti acustici passivi degli edifici, mediante verifica acustica strumentale, escluso il progetto acustico di un edificio, atto a garantire il rispetto dei requisiti acustici passivi (D.P.C.M. 05/12/97), che viene invece considerato come attività integrativa;
- partecipazione a corsi di specializzazione e master in acustica ambientale purché accompagnati da certificazione attestante il superamento di un esame finale;
- consulenze ai tribunali in collaborazione con TCAA;
- partecipazione a corsi formativi in acustica ambientale, convegni, seminari (attività formative con caratteristiche diverse da quelle dei corsi di cui (allegato tecnico paragrafo 4 alla delibera n.12/4 del 8 marzo 2016).

Termini di conclusione del procedimento:
30 giorni dalla riunione della commissione esaminatrice
Termini di presentazione:
Le domande devono essere presentate entro il 15 gennaio, 15 maggio o il 15 settembre di ciascun anno.

La domanda può essere recapitata a mano presso gli uffici dell’Assessorato, spedita per posta oppure inviata in formato elettronico tramite PEC all’indirizzo: difesa.ambiente@pec.regione.sardegna.it.
Nel solo caso di invio tramite PEC dovrà essere compilata la dichiarazione ai fini dell’assolvimento dell’imposta di bollo contenuta nel modello di domanda.

Documentazione:
La domanda, redatta in bollo, dovrà essere presentata all’Assessorato alla difesa dell’ambiente della Regione Sardegna secondo lo schema riportato in coda e dovrà contenere i seguenti allegati:
- copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
- autorizzazione per il trattamento dei dati personali al fine dell’inserimento degli stessi nell’elenco regionale dei tecnici competenti in acustica ambientale;
- per le attività svolte in collaborazione con tecnico competente, una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, resa da parte del tecnico competente che attesta l’avvenuta collaborazione professionale;

Nella domanda, debitamente compilata, dovrà essere riportato l’elenco delle attività svolte nel campo dell’acustica ambientale e, per ogni prestazione, dovrà essere specificata la tipologia, l’ente o il soggetto committente/beneficiario, le date di inizio e di conclusione. Tali attività, se svolte prima del 6 luglio 2001 (data di pubblicazione del primo elenco regionale dei tecnici competenti in acustica ambientale), dovranno essere dichiarate nelle modalità di un’autocertificazione, mentre quelle eseguite successivamente, per essere ritenute valide ai fini dell’iscrizione, dovranno essere necessariamente svolte in collaborazione con un tecnico competente in acustica ambientale, così come stabilito dalla L. 447/95, del quale andrà indicato il nominativo e i riferimenti all’iscrizione all’Elenco dei tecnici competenti (numero, Regione o altro ente).

Al fine di fornire ulteriori elementi di conoscenza potranno essere allegati i seguenti documenti:

- curriculum vitae nel quale sono indicate le informazioni utili alla valutazione della Commissione;
- documentazione inerente alle attività/prestazioni indicate nella domanda atta a esplicitare la durata, l’oggetto, i contenuti, la tipologia, la sede, ecc.
Modulistica:
Modulo di domanda [file.rtf]


Descrizione del procedimento:
I liberi professionisti operanti nel campo dell'acustica ambientale, riconosciuti tecnici competenti dall’Amministrazione regionale, saranno iscritti nell'apposito elenco regionale e dovranno dotarsi dell’apposito timbro professionale.

Gli interessati, per l’ottenimento della qualifica professionale, devono presentare la richiesta al Servizio tutela dell’atmosfera e del territorio dell'Assessorato della Difesa dell'ambiente.

Il Servizio verifica l'ammissibilità della domanda che accerta la completezza della documentazione presentata, nonché la corretta formulazione della stessa. Per lo svolgimento della successiva fase di verifica, è istituita presso l’Assessorato della Difesa dell’ambiente una apposita commissione esaminatrice, presieduta dal direttore del Servizio tutela dell’atmosfera e del territorio che esamina la richiesta ed esprime un parere al competente dirigente regionale.

La Commissione esaminatrice si riunisce, dopo la presentazione delle domande, nei primi 15 giorni di febbraio, di giugno e di ottobre.

La fase di verifica delle domande ritenute ammissibili consiste, oltre che nella verifica del titolo di studio posseduto:
- nella valutazione complessiva dell’attività svolta dal richiedente nel campo dell’acustica ambientale, al fine di accertare i periodi di attività svolti e lo svolgimento non occasionale;
- nella verifica di eventuali documenti integrati allegati (dichiarazioni, attestati);
- nell’eventuale accertamento di quanto dichiarato in sede di autocertificazione.

Successivamente, il direttore del Servizio emana il provvedimento di iscrizione e provvede alla pubblicazione dell'elenco aggiornato sul Bollettino ufficiale della Regione.
Il riconoscimento della qualifica professionale di tecnico competente in acustica ambientale rilasciato dalla Regione ha validità su tutto il territorio nazionale.
L'elenco viene aggiornato ogni quattro mesi.



Responsabile del procedimento:
Daniela Manca 070.6065996 damanca@regione.sardegna.it

Sostituto responsabile del procedimento:
Paola Zinzula 070.6066619 pzinzula@regione.sardegna.it

Responsabile del provvedimento finale:
Il direttore del servizio
Normativa di Riferimento:
- Legge n. 447 del 26/10/1995, art. 2 - Legge quadro sull'inquinamento acustico
- Delibera della Giunta Regionale n. 32/12 del 29/08/2007 - Elenco regionale dei tecnici competenti in acustica ambientale. Istituzione timbro professionale [file .pdf]
- Delibera della Giunta Regionale n. 12/4 dell'08/03/2016 - Aggiornamento della parte VIII delle direttive regionali in materia di inquinamento acustico ambientale approvate con la Delib.G.R. n. 62/9 del 14.11.2008. Criteri per il riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale.
Consulta la circolare esplicativa in merito ai criteri per il riconoscimento della qualifica di tecnico competente in acustica ambientale.
Note:
Gli elaborati predisposti dal tecnico competente in acustica ambientale devono essere timbrati e firmati da tecnico competente.
Il timbro professionale che deve contenere i seguenti elementi:
a) lo stemma della Regione Sardegna seguito dalla dicitura: “Regione Autonoma della Sardegna”;
b) la dicitura “Tecnici competenti in acustica ambientale”;
c) il nome ed il cognome;
d) il numero di iscrizione.
Inoltre, il timbro dovrà avere le dimensioni di mm. 65 x 19 e l’impiego del carattere Arial.
Allegati e collegamenti:
Consulta l'elenco regionale dei tecnici competenti in acustica ambientale-liberi professionisti, aggiornato a gennaio 2016
Procedimenti collegati:
ELENCO REGIONALE DEI TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA AMBIENTALE OPERANTI PRESSO ENTI PUBBLICI TERRITORIALI (Iscrizione all'elenco)
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza