Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI NEL SETTORE DEL VINO

Ultimo aggiornamento: 2015-08-10 09:19:38

Dove rivolgersi:
Servizi territoriali di Argea Sardegna (consulta l'elenco nel campo allegati e collegamenti)




Agenzia regionale per la gestione e l'erogazione degli aiuti in agricoltura (Argea Sardegna)
Unità organizzativa anagrafe aziendale, registri e O.C.M.
Servizio istruttorie e attività ispettive
Viale Adua, 1 - 07100 Sassari
Tel:079/2068480 Fax:079/2068550
Giorni e orario di ricevimento: Dal lunedì al venerdi, dalle ore 8,00 alle 14,00; il pomeriggio dal lunedì al giovedì dalle ore 15,00 alle 18,00
Ufficio relazioni con il pubblico di Argea
via Caprera n. 8, 09123 Cagliari
Tel:070 6026 2217/2067/2214 Fax:070 6026 2404
Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale
Via Pessagno n. 4 - 09126 Cagliari
Tel:070/6067034 Fax:070/6066286
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio lunedì e mercoledì dalle 16 alle 17

Destinatari:
- imprenditori agricoli singoli e associati;
- microimprese e piccole e medie imprese che producono principalmente vino.
Termini di presentazione:
Domande di pagamento 2015
Presentazione online investimenti di durata annuale a saldo e biennale con richiesta anticipazione: 31 agosto 2015
Presentazione online investimenti di durata biennale a saldo: 31 luglio 2016
Presentazione cartacea investimenti di durata annuale: 1 settembre 2015
Presentazione cartacea investimenti di durata biennale: 7 agosto 2016

Domande di aiuto 2015
Presentazione online della domanda di aiuto: 16 marzo 2015
Presentazione cartacea della domanda di aiuto: 19 marzo 2015 (ore 13).
Le domande di aiuto devono essere presentate online sul portale Sian (www.sian.it) tramite i centri di assistenza agricola o i liberi professionisti abilitati.
Requisiti:
Gli imprenditori devono:

A) essere impegnati in una o più delle seguenti attività:
1. produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve, da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche finalizzata alla commercializzazione;
2. affinamento e/o confezionamento del vino conferito dai soci, anche finalizzato alla commercializzazione;
3. in via prevalente, elaborazione, affinamento e successivo confezionamento del vino acquistato finalizzati alla sua commercializzazione.
Non possono presentare domanda coloro che effettuano a qualsiasi titolo la sola commercializzazione del vino finito.

B) essere iscritti al Registro delle imprese delle Camere di commercio ed essere titolari di Partita Iva.

C) avere costituito e/o aggiornato il fascicolo aziendale costituito presso i Centri di assistenza aziendale autorizzati (CAA). Il fascicolo aziendale è l'insieme dei documenti e delle informazioni che riepilogano la situazione aziendale e deve essere costituito utilizzando le procedure informatiche del portale del Sian.

D) essere in regola con la normativa in vigore in materia di dichiarazioni obbligatorie.

E) avere svolto nell'ultima vendemmia almeno una delle attività indicate all’art 3 del D.M 4 marzo 2011, n. 1831 (vedi campo normativa).

I richiedenti devono, inoltre, dimostrare che gli investimenti migliorano il rendimento globale dell'impresa, attraverso la presentazione di una relazione contenente i motivi per i quali si intende realizzare l'intervento proposto in relazione alla realtà produttiva dell'impresa nonché le aspettative di miglioramento in termini di competitività.
Documentazione:
Presentazione della domanda cartacea
Il richiedente, il CAA o altro soggetto delegato, deve presentare al Servizio territoriale competente per territorio dell'Agenzia Argea la seguente documentazione:
a. copia della domanda, rilasciata e stampata dal portale Sian, firmata dal richiedente;
b. fotocopia di un documento di identità valido alla data di presentazione della domanda dell'imprenditore agricolo o del legale rappresentante nel caso delle società;
c. relazione contenente una descrizione dell'investimento con l'indicazione delle singole operazioni che costituiscono l'investimento globale, la localizzazione di queste, la tempistica di realizzazione e l'importo dell'aiuto richiesto;
d. una breve relazione tecnica-economica contenente i motivi per i quali si intende realizzare l'intervento proposto in relazione alla realtà produttiva dell'impresa nonché le aspettative di miglioramento in termini di competitività;
e. dichiarazione sostitutiva di iscrizione alla Camera di Commercio redatta da rappresentante legale o dichiarazione sostitutiva relativa ai familiari conviventi;
f. dichiarazione sostitutiva con l'indicazione dell'importo fatturato dell'anno 2014 per comprovare la tipologia di impresa dichiarata dal richiedente oppure dichiarazione sostitutiva sul fatto che l'impresa non ha l'obbligo di bilancio con l'indicazione dell'importo fatturato;
g. dichiarazione sostitutiva con l'indicazione dell'eventuale numero di persone impiegate nell'impresa;
h. tre preventivi per ogni acquisto che si intende effettuare, motivando la scelta con una relazione tecnico economica redatta e sottoscritta da un tecnico;
i. in caso di richiesta di investimento sui fabbricati, computo metrico dei lavori di ristrutturazione e planimetria del locale in cui verrà realizzato l'investimento, firmato da un tecnico abilitato;
j. copia della planimetria dei locali interessati dagli investimenti;
k. eventuale documentazione comprovante la presenza di cause di forza maggiore che giustifichi la mancata presentazione delle dichiarazioni di vendemmia e/o produzione 2014/2015 e delle dichiarazioni di giacenza campagna 2013/2014;
i. eventuale documentazione comprovante la relazione di subentro nella conduzione delle superfici vitate (dichiarata nel Quadro C della domanda) tra
l'impresa richiedente ed il precedente conduttore che ha presentato dichiarazione di vendemmia e/o produzione 2014/2015 e dichiarazioni di giacenza 2013/2014 (ad esempio: per eredità, per acquisto o affitto da altra azienda, per termine del contratto con cui era stato concesso l'affitto).

La documentazione deve essere inviata tramite la PEC dell'imprenditore alla PEC del Servizio territoriale competente dell'Agenzia. Nell'oggetto della posta elettronica certificata si consiglia di riportare la seguente dicitura "Domanda di aiuto 2015 per la misura Investimenti".

Modulistica:
Scarica la modulistica [file .zip]
Modalità o descrizione:
La misura attivata nell'ambito del Programma nazionale di sostegno del settore del vino prevede il finanziamento di un aiuto per la realizzazione di investimenti materiali e immateriali in impianti di trasformazione, in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino.

Gli investimenti possono riguardare uno o più dei seguenti aspetti:
- la produzione e/o la commercializzazione dei prodotti indicati nell'allegato allegato XI ter del Reg.CE n. 491/2009 (vedi campo normativa);
- lo sviluppo di nuovi prodotti, trattamenti e tecnologie connessi con i prodotti.

L'obiettivo della misura è quello di favorire il miglioramento del rendimento globale dell'impresa, soprattutto in termini di adeguamento alla domanda del mercato e di raggiungimento di una maggiore competitività.

Per ogni annualità il richiedente può presentare due domande di aiuto, di cui una per investimenti di durata annuale e una per investimenti di durata biennale.

Argea verificherà le domande e approverà la graduatoria delle domande ammesse.

In caso di investimenti di durata annuale, le operazioni richieste con la domanda di aiuto dovranno essere completate entro il 31 luglio 2015. In caso di investimenti di durata biennale, entro 31 luglio 2016.

Normativa di Riferimento:
- Reg. (CE) del Consiglio n. 1234 del 22/10/2007 - Organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti
- Reg. (CE) della Commissione n. 555 del 27/06/2008 - Modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo
- Reg. (CE) del Parlamento Europeo e del Consiglio n. 491 del 25/05/2009 - Modifica del regolamento (CE) n. 1234/2007 recante organizzazione comune dei mercati agricoli e disposizioni specifiche per taluni prodotti agricoli (regolamento unico OCM) [file .pdf]
- Reg. (CE) della Commissione n. 1122 del 30/11/2009 - modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio per quanto riguarda la condizionalità, la modulazione e il sistema integrato di gestione e di controllo nell’ambito dei regimi di sostegno diretto agli agricoltori.
- Decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali n. 1831 del 4/3/2011 - Disposizioni nazionali di attuazione dei regolamenti (CE) n. 1234/07 del Consiglio e n. 555/08 della Commissione per quanto riguarda l'applicazione della misura degli investimenti in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino.
- Decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali n. 294 del 10/10/2012 - Modifica al Decreto minisyeriale n. 1831 del 04 marzo 2011 relativo a ''Disposizioni nazionali di attuazione dei Reg. CE n. 1234/07 del Consiglio e CE n. 555/08 della commissione per quanto riguarda l'applicazione della misura degli investimenti''.
- Delibera della Giunta regionale n. 20/27 del 26/04/2011 - Disposizioni regionali di attuazione. Annualità 2011, 2012 e 2013.
- Decreto assessoriale n. 851/29 del 2/5/2011 - Programma nazionale di sostegno nel settore del vino. Misura ''investimenti''. Ulteriori disposizioni regionali di attuazione.
- Normativa relativa al fascicolo aziendale - [file .zip]
- Decreto dell'Assessore dell'Agricoltura e riforma agro-pastorale n. 1988/DecA/71 del 6/11/2013 - Atto d’indirizzo per la programmazione 2014- 2018.
- Decreto dell'Assessore dell'Agricoltura e riforma agro-pastorale n. 2070/DecA/82 del 29/11/2013 - Atto d’indirizzo in caso di calamità naturali e circostanze eccezionali per la programmazione regionale 2014-2018.

Consulta la pagina del bando 2015 e i documenti collegati
Allegati e collegamenti:
Servizi territoriali di Argea Sardegna
Sportelli Urp territoriali
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza