Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Contributi per attivita' di spettacolo
Legge regionale n. 1 del 22/01/1990, art. 56

Dove rivolgersi:
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Servizio sport, spettacolo e cinema
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6064974 Fax:070/6065002
Email:
Indirizzo emailpi.sportspettacolo@regione.sardegna.it
Indirizzo emailfilmcommission@pec.regione.sardegna.it
Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067040 Fax:070/6064291
Email:
Indirizzo emailpi.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17
Destinatari:
Organismi che abbiano svolto, professionalmente, attività continuativa e documentata negli ultimi 5 anni, legalmente costituiti con atto pubblico o scrittura privata autenticata e registrata, che non abbiano scopo di lucro e che abbiano una o più delle seguenti caratteristiche:
- teatri stabili e/o teatri di tradizione riconosciuti dal Ministero per i Beni e le attività culturali: sviluppano un'attività prevalentemente di produzione e svolgano anche attività di ospitalità qualificata;
- compagnie di produzione: sviluppano prevalentemente attività di produzione e distribuzione delle proprie opere, nei diversi settori artistici;
- organizzatori di circuiti territoriali: svolgono attività di distribuzione e diffusione, in ambito regionale, di non meno di 100 rappresentazioni annuali;
- organizzatori di rassegne e festival: assicurano lo svolgimento in Sardegna di grandi eventi di pubblico spettacolo, di richiamo nazionale e internazionale.
Requisiti:
- avere sede legale e operativa nel territorio regionale;
- avere scopi statutari riguardanti la produzione, la promozione, la distribuzione in uno o più generi di spettacolo nei settori del teatro, della musica e della danza;
- operare in modo esclusivo e continuativo in uno o più dei precedenti settori di spettacolo da almeno 5 anni con programmazione regolare per la maggior parte dell’anno solare, fatta eccezione per gli organizzatori di rassegne e festival che concentrano la loro attività in periodi brevi e definiti, i quali dovranno, comunque, garantire nel tempo di svolgimento della manifestazione un minimo di dieci spettacoli diversi. Per programmazione regolare deve intendersi la rappresentazione di almeno uno spettacolo al mese o 15 spettacoli nell'arco di sette mesi o 15 spettacoli nell'arco di sette mesi o 30 spettacoli distribuiti nell'arco dell'anno;
- rappresentare le manifestazioni di spettacolo in luogo pubblico o aperto al pubblico, a cui si deve poter accedere liberamente, senza vincolo di tesseramento associativo;
- avere una struttura tecnico-organizzativa efficiente (per struttura s’intende un’organizzazione di mezzi e persone stabilmente e continuativamente impegnate in attività teatrali, musicali e di danza come da scopi statutari) con una sede operativa (che può coincidere con la sede legale) quotidianamente aperta, nella quale opera almeno una figura professionale con contratto a tempo indeterminato a tempo pieno oppure almeno due figure professionali amministrativo-organizzative con contratto a tempo indeterminato a tempo parziale;
− avere un direttore artistico in esclusiva regionale in possesso di comprovata professionalità ed esperienza nel settore artistico di riferimento, documentata da curriculum;
− aver utilizzato regolarmente i contributi concessi dall'Assessorato nei 5 anni precedenti;
− aver presentato regolare rendiconto entro il 28 febbraio di ogni anno;
− non essere incorsi nelle sanzioni previste dal Capo VI del D.P.R. 28.12.2000, n. 445;
− essere in regola con gli adempimenti contributivi e fiscali e con quelli relativi al rispetto dei contratti collettivi nazionali di lavoro;
− essere iscritti all'Enpals e avere adempiuto ai relativi obblighi contributivi.
Termini di presentazione:
Domande di contributo: 15 febbraio di ogni anno.

Rendiconto dell'attività svolta nel 2015: 28 febbraio 2016. Considerato, tuttavia, che il 28 febbraio ricade di domenica, giorno coincidente con la normale chiusura degli uffici regionali, saranno accettati anche i rendiconti pervenuti entro lunedì 29 febbraio 2016.

Documentazione:
Domanda di contributo firmata dal legale rappresentante, in regola con le disposizioni sul bollo attualmente in vigore, con allegati i seguenti documenti:
a) preventivo finanziario a pareggio delle entrate e delle uscite (modulo 1/A);
b) scheda istruttoria conoscitiva (modulo 2/A);
c) scheda di premialità (modulo 3/A);
d) programma dettagliato e relativo calendario delle attività da svolgere ed esaustiva relazione artistica (della lunghezza minima di due cartelle) da cui emergano le peculiarità, comprese quelle collaterali e di promozione;
e) copia conforme all'originale del verbale di approvazione del programma e del preventivo redatto dal competente organo statutario;
f) copia conforme all'originale dell'atto costitutivo e dello statuto (da trasmettere in sede di prima domanda o nel caso in cui siano intervenute delle variazioni);
g) sintetico curriculum artistico dell'organismo riferito ai 5 anni immediatamente precedenti alla presentazione della domanda e relativi calendari;
h) elenco dei soci e delle relative cariche sociali aggiornato alla data di presentazione della domanda;
i) copia del documento d'identità, valido, del Presidente o del legale rappresentante.

La documentazione deve essere presentata al seguente indirizzo:
Regione Autonoma della Sardegna
Assessorato Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Servizio sport, spettacolo e cinema
Viale Trieste 186 – 09123 Cagliari

Le domande potranno essere inviate anche tramite PEC all'indirizzo: pi.dgbeniculturali@pec.regione.sardegna.it (avendo cura di
allegare tutta la documentazione sottoscritta e in formato pdf e di inviarla tramite la PEC dell'Organismo con allegato il documento di identità del sottoscrittore).
Modulistica:
- richiesta di contributo [file .rtf]
- modulistica da allegare alla richiesta di contributo [file .zip]
- modulo ritenuta d'acconto [file .rtf]
- modulistica per la rendicontazione [file .zip]

Costo:
Marca da bollo da applicare alla domanda di contributo

Descrizione del procedimento:
L'Amministrazione regionale è autorizzata a concedere, a favore di enti e organismi che operano nel campo del teatro e della musica, contributi destinati alla attuazione di programmi annuali o stagionali di danza, musica e teatro, riguardanti la produzione e la distribuzione di spettacoli rappresentati in luogo pubblico o aperto al pubblico del territorio regionale, essenzialmente senza scopo di lucro e che abbiano carattere di stabilità e continuità.

Gli organismi interessati presentano domanda all'Assessorato della Pubblica istruzione che procede all'istruttoria delle pratiche e all'elaborazione della delibera di programma, presentata in Giunta per l'approvazione.
Tutti i beneficiari partecipano all'assegnazione di una quota premialità.

All'erogazione dei contributi si provvede:
- in un'unica soluzione, ad ultimazione dell'attività ammessa a contributo, su presentazione all'Assessorato del rendiconto finanziario, entro il 28 febbraio dell'anno successivo allo svolgimento del programma di attività;
- nella misura massima anticipata dell'80%, su domanda del beneficiario e limitatamente agli organismi che abbiano già ricevuto contributi previsti dall'art. 56 della L.R. n. 1/1990, dietro presentazione di garanzia fideiussoria di corrispondente importo;
- nel limite del 50% del contributo, per i richiedenti ammessi per la prima volta, dietro presentazione di garanzia fideiussoria di corrispondente importo.

Responsabile del procedimento:
Maria Laura Corda 070/6064974 mlcorda@regione.sardegna.it

Sostituto responsabile del procedimento:
Antonina Scanu 070.6065011 antscanu@regione.sardegna.it

Responsabile del provvedimento finale:
Il Direttore del Servizio
Normativa di Riferimento:
- Legge Regionale n. 1 del 22/01/1990, art. 56 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale della Regione (Legge finanziaria 1990).
- Decreto Legislativo n. 385 del 01/09/1993, art. 107 - Testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia
- Delibera della Giunta Regionale n. 53/38 del 19/12/2000 - L.R. 22 gennaio 1990 n. 1 art. 56 e successive modificazioni. - L.R. 22 agosto 1990 n. 40.
- Delibera della Giunta Regionale n. 5/15 dell'08/02/2006 - Attività di spettacolo da realizzarsi in Sardegna. Criteri e modalità di concessione dei contributi - L.R. 22.01.1990, n. 1, art. 56
- Legge Regionale n. 1 del 24/02/2006, art. 8 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (Legge finanziaria 2006)
- Determinazione n. 906 del 4/05/2006 - Chiarimenti Allegato B alla deliberazione n. 5/15 dell’8 febbraio 2006
- Delibera della Giunta regionale n. 3/18 del 22/01/2013 - Modifica dei criteri di cui alla Delib.G.R. n. 5/3 del 26.1.2011. Attività di spettacolo da realizzarsi in Sardegna.
- Delibera della Giunta Regionale n. 33/21 del 30/06/2015 - Atto di indirizzo politico-amministrativo.
Consulta l'avviso 2016, gli organismi ammessi e assegnazione contributi e gli atti collegati
Note:
Il contributo dell'Assessorato deve risultare in tutte le attività di comunicazione (quali conferenze stampa, messaggi pubblicitari, affissioni, locandine e programmi di sala) attraverso l'apposizione del logo della Regione autonoma della Sardegna, con evidenza adeguata al livello di sostegno, anche in relazione ad altri sponsor ed erogatori di contributo.
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza