Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


CONTRIBUTI A FAVORE DEI SISTEMI BIBLIOTECARI TERRITORIALI

Ultimo aggiornamento: 2017-09-06 12:19:12

Dove rivolgersi:
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Servizio beni librari e documentari, biblioteca e archivio storico
Viale Trieste, 137 - 09123 Cagliari
Tel:070/6064552 Fax:070/6064590
Email:

Settore biblioteche e promozione della lettura
Viale Umberto, 72 - 07100 Sassari
Tel:079/2088550 Fax:079/2088580
Email:

Referente:
Dott. Salvatore Masia
Tel:079/2088557
Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067040 Fax:070/6064291
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17

Destinatari:
Comuni, Unioni di comuni, Province, Comunità montane e loro consorzi
Termini di presentazione:
Il termine per la presentazione delle domande di contributo scade il 10 ottobre 2017.
Le istanze, redatte sulla modulistica aggiornata, dovranno essere trasmesse esclusivamente via pec all’indirizzo pi.benilibrari@pec.regione.sardegna.it.
Le domande pervenute oltre il termine di scadenza o con modalità non previste saranno dichiarate non ammissibili e verranno archiviate.
Requisiti:
Al momento della presentazione della richiesta di contributo, i soggetti interessati devono:
- far parte di un sistema di cooperazione bibliotecaria costituito sulla base di accordi, formalizzati e giuridicamente rilevanti, tra enti locali diversi;
- aver individuato un responsabile legale, un Ente capofila ed un soggetto/organismo responsabile delle attività biblioteconomiche di cooperazione;
- disporre di un elenco degli enti cooperanti in forma diretta e di altri eventuali soggetti associati con altre forme;
- avere un bilancio autonomo con indicazione delle quote di adesione al sistema di cooperazione e del metodo per il loro calcolo;
- predisporre, per l'anno in cui chiedono il contributo, di un progetto di gestione articolato secondo i seguenti servizi cooperativi:
a) catalogazione partecipata;
b) prestito interbibliotecario;
c) aggiornamento del personale;
d) promozione della lettura e del servizio;
e) servizi biblioteconomici centralizzati;
f) servizi tecnologici centralizzati.
Documentazione:
L'Ente interessato deve presentare la richiesta di contributo, firmata dal legale rappresentante, accompagnata da:
- il questionario sul funzionamento del servizio;
- il progetto di gestione dei servizi cooperativi.

Modulistica:
- domanda di contributo [file .rtf]
- questionario annuale informativo sul funzionamento dei servizi [file .rtf]
Modalità o descrizione:
La Regione finanzia i sistemi di cooperazione bibliotecaria territoriale in quanto costituiscono uno strumento strategico per accrescere le risorse informative e migliorare i servizi al pubblico.

Gli enti locali interessati devono presentare le richieste di contributo all'Assessorato della Pubblica istruzione. Il Servizio beni librari verifica la documentazione per valutare il livello di realizzazione degli obiettivi che stanno alla base di un progetto di cooperazione, ovvero:
- razionalizzazione degli interventi sul territorio;
- abbattimento dei costi;
- innalzamento della qualità dei servizi all’utente.
La verifica si basa sui dati raccolti tramite i questionari sul funzionamento dei servizi, i quali misurano, in particolare, i livelli di integrazione politica, gestionale, di immagine e di controllo dei servizi.

Le richieste di contributo non sono accolte nel caso in cui:
- siano presentate dopo la scadenza dei termini o con modalità non previste;
- risultino incomplete e non sia possibile integrarle;
- la documentazione mancante non sia presentata nel termine indicato dall'ufficio competente;
- non siano stati spesi precedenti contributi;
- non siano stati rispettati gli obblighi di rendicontazione;
- nel bilancio del sistema di cooperazione manchi uno stanziamento che garantisca la sua partecipazione alle spese di investimento.

L'ammontare del contributo è stabilito in base ai seguenti criteri:
- indice generale di integrazione (40%);
- popolazione totale dei comuni cooperanti (20%);
- numero degli enti locali aderenti (20%);
- stanziamento di bilancio derivante dalle quote di adesione degli enti (20%).

Normativa di Riferimento:
- Legge regionale n. 14 del 20/09/2006, art. 21, comma 2, lettera e) - Norme in materia di beni culturali, istituti e luoghi della cultura
- Decreto del Presidente della Repubblica n. 348 del 19/06/1979, art. 36, comma 1 - Contributi per il funzionamento dei centri e delle istituzioni bibliografiche pubbliche e private [file .pdf]
- Delibera della Giunta regionale n. 48/69 del 30/12/2003 - Criteri di programmazione degli interventi relativi alla L.R. 64/50. Contributi per la costituzione, il riordinamento e l'incremento delle biblioteche dipendenti da enti locali e al DPR 348/79, art. 36.
- Delibera della Giunta Regionale n. 3/10 del 25/01/2007 - Legge regionale 12 giugno 2006, n. 9 “Conferimento di funzioni e compiti agli enti locali”. Esercizio delle funzioni conferite [file .pdf]
- Delibera della Giunta regionale n. 40/15 del 9/10/2007 - Trasferimenti di risorse ordinarie agli enti locali per la costituzione, il funzionamento e l’incremento delle biblioteche di ente locale, il funzionamento dei sistemi bibliotecari e dei centri e delle istituzioni bibliografiche private.
- Delibera della Giunta regionale n. 33/40 del 31/07/2012 - Interventi a favore delle biblioteche. Spese correnti. Programma di spesa per l’annualità 2012.
- Delibera della Giunta Regionale - Biblioteche, sistemi bibliotecari e Centri per i Servizi Culturali. Tutela e valorizzazione materiale librario, antico, raro e di pregio.
- Consulta l'avviso anno 2017
Procedimenti collegati:
CONTRIBUTI A FAVORE DELLE ISTITUZIONI BIBLIOTECARIE PRIVATE (Legge regionale n. 14 del 2006, art. 21, comma 2, lettera g) )