Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Verifica di coerenza sugli strumenti urbanistici generali degli enti locali

Ultimo aggiornamento: 2015-08-28 13:35:39

Dove rivolgersi:
Assessorato degli enti locali, finanze e urbanistica
Servizio pianificazione paesaggistica e urbanistica
V.le Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6064351 Fax:070/6064311
Email:

V.le Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6064343 Fax:070/6064311
Email:


Tel:070/6064153 Fax:070/6064311
Email:


Tel:070/6067299 Fax:070/6064311
Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico della Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica territoriale e della Vigilanza Edilizia
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067030 Fax:070/6064319
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17

Destinatari:
province e comuni
Termini di conclusione del procedimento:
90 giorni dalla data di ricezione del provvedimento con i relativi allegati
Termini di presentazione:
20 giorni dalla data di adozione definitiva del provvedimento (termine non perentorio).
Documentazione:
- atto deliberativo con allegati grafici e normativi;
- elaborati previsti dalla normativa di settore.

Modalità o descrizione:
La Regione verifica la coerenza degli strumenti urbanistici generali degli enti locali con gli strumenti sovraordinati di governo del territorio e con le direttive regionali in materia urbanistica.

La procedura di verifica ha inizio con l’acquisizione, da parte della Direzione generale della Pianificazione urbanistica dell’Assessorato degli Enti locali, finanze ed urbanistica, dell'atto pianificatorio, il quale viene poi assegnato per l'istruttoria al Settore competente per territorio del Servizio pianificazione paesaggistica e urbanistica.
Il Servizio può richiedere all’Ente locale ulteriori atti e documenti necessari per il completamento dell'istruttoria.
Le amministrazioni interessate e i gruppi consiliari dell'Ente possono richiedere un'audizione al Direttore generale e al Comitato tecnico regionale per l'urbanistica (Ctru).
Terminata l'istruttoria, l’atto pianificatorio viene esaminato dal Ctru, che esprime un parere.
Una volta rilasciato il parere, il Direttore generale adotta la determinazione di conclusione della verifica di coerenza.
La determinazione viene successivamente trasmessa all'Ente locale che, nel caso in cui la verifica di coerenza sia positiva, cura la pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione del provvedimento di adozione definitiva del Piano.

Normativa di Riferimento:
- Decreto Assessoriale Enti Locali, Finanze e Urbanistica n. 2266/u del 1983
- Legge regionale n. 45 del 22/12/1989 - Norme per l'uso e la tutela del territorio regionale (testo coordinato con le successive modifiche) [file .pdf]
- Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 228 del 1994 - Direttiva agricola
- Delibera della Giunta Regionale n. 45/108 del 29/12/2000 - Criteri urbanistico commerciali
- Decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 06/06/2001 - Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia
- Legge regionale n. 7 del 22/04/2002 art. 31, comma 5 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione - Legge finanziaria 2002 (testo coordinato con successive modifiche) [file .pdf]
- Delibera della Giunta Regionale n. 15/14 del 14/05/2002
- Delibera della Giunta Regionale n. 36/7 del 05/09/2006 - Approvazione del Piano Paesaggistico Regionale - Primo ambito omogeneo
- Legge regionale n. 4 del 23/10/2009, art. 10, comma 8 - Disposizioni straordinarie per il sostegno dell'economia mediante il rilancio del settore edilizio e per la promozione di interventi e programmi di valenza strategica per lo sviluppo (testo coordinato con le successive modifiche) [file .pdf]
- Legge regionale n. 1 del 19/01/2011, art. 8, comma 9 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione - Legge finanziaria 2011
- Legge regionale n. 8 del 23/04/2015 - Norme per la semplificazione e il riordino di disposizioni in materia urbanistica ed edilizia e per il miglioramento del patrimonio edilizio
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza