Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Contributi per le organizzazioni dei sardi nel mondo
Legge regionale n. 7 del 15/01/1991

Ultimo aggiornamento: 2013-09-20 13:25:07

Dove rivolgersi:
Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio delle politiche sociali, cooperazione e sicurezza sociale
Settore emigrazione ed immigrazione
Via XXVIII Febbraio, 5 - 09131 Cagliari
Fax:070/6065635
Email:
Indirizzo emaillav.politsoc.coop@regione.sardegna.it
Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale
Via XXVIII Febbraio, 1 - 09131 Cagliari
Tel:070/6067038 Fax:070/6065778
Email:
Indirizzo emaillav.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17
Destinatari:
organizzazioni di sardi emigrati (circoli e loro federazioni; associazioni di tutela e loro federazione)
Requisiti:
- aver ottenuto il riconoscimento dalla Regione con decreto assessoriale;
- essere operativi;
- essere in regola con la presentazione dei rendiconti relativi ai contributi ricevuti per le precedenti annualità;
- non avere contenziosi e/o posizioni debitorie con l'Amministrazione;
- assicurare il costante aggiornamento dei dati sulla consistenza e la composizione delle comunità di riferimento;
- perseguire le finalità della legge regionale n. 7/1991 e del piano triennale per l’emigrazione (vedi sezione normativa);
- assicurare la compartecipazione finanziaria, tramite la ricerca di altre fonti di finanziamento pubblico e privato.
Termini di presentazione:
la domanda di contributo per l'anno in corso ed il rendiconto delle spese sostenute nell’anno precedente, corredati dai relativi allegati (vedi voce "documentazione"), dovranno essere presentati entro il 30 marzo di ciascun anno.
Documentazione:
per ottenere il contributo annuale, le organizzazioni devono presentare la seguente documentazione:
- richiesta di contributo annuale;
- relazione sulle attività programmate;
- bilancio preventivo, relativo all’anno per cui si richiede il contributo;
- relazione dettagliata sull’attività svolta nell’anno precedente;
- rendiconto delle spese relative all'anno precedente;
- dichiarazione di responsabilità firmata dal presidente, relativa alle spese elencate nel modulo per il rendiconto;
- bilancio consuntivo;
- elenco aggiornato dei soci (esclusivamente per i circoli);
- inventario dei beni;
- dichiarazione relativa alle spese di cancelleria e per materiale di rapido consumo.

Le federazioni che intendono organizzare i congressi per il rinnovo della cariche statutarie devono presentare la richiesta di contributo, accompagnata dal rendiconto e da una dichiarazione di responsabilità firmata dal presidente.

La documentazione deve essere predisposta sui modelli disponibili nella sezione modulistica e presentata al seguente indirizzo:
Assessorato del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio delle politiche sociali, cooperazione e sicurezza sociale
via XXVIII febbraio, 5
09131 Cagliari
Modulistica:
richiesta di contributo annuale [file .pdf]
bilancio preventivo [file .pdf]
bilancio consuntivo [file .pdf]
rendiconto contributo annuale [file .pdf]
dichiarazione di responsabilità - rendiconto contributo annuale [file .pdf]
rendiconto contributo per congressi [file .pdf]
dichiarazione - ricevuta per compenso per prestazioni occasionali [file .pdf]
Descrizione del procedimento:
Per rafforzare i legami con le comunità sarde situate fuori dell’Isola e promuovere forme di partecipazione, condivisione e solidarietà tra lavoratori emigrati, la Regione eroga contributi a sostegno dell'attività svolta dalle organizzazioni di sardi emigrati che hanno ottenuto il riconoscimento regionale ed hanno come finalità la promozione dell’identità, della cultura, dell'arte, delle tradizioni, dell’immagine e dei prodotti della Sardegna.

In particolare, le organizzazioni possono richiedere:
a) contributi annuali per le spese di funzionamento;
b) contributi una tantum, a fondo perduto, per l’acquisto di attrezzature ed arredi necessari per il proprio funzionamento;
c) contributi straordinari per il trasloco e/o la ristrutturazione e l’adattamento della sede sociale;
d) contributi per attività sociali, culturali, formative ed informative ritenute qualificanti per gli interessi della Sardegna. All’interno di questa categoria di finanziamenti, le federazioni dei circoli e delle associazioni di tutela possono richiedere contributi per l’organizzazione dei congressi per il rinnovo delle cariche statutarie.
Per l’anno in corso, la Regione concederà, inoltre, contributi ai circoli che hanno subito danni alle strutture e alle sedi a seguito di eventi calamitosi.

I contributi, determinati in base ai criteri e ai parametri stabiliti con il piano triennale ed il programma annuale di riferimento (vedi sezione normativa), sono erogati a parziale copertura dei costi sostenuti, nei limiti percentuali fissati dalla legge regionale n. 7/1991.
Le spese per attività sociali, culturali, formative e informative saranno valutate in base alla coerenza con il programma delle attività progettate dall’organizzazione e della capacità delle stesse di contribuire a promuovere e valorizzare l’immagine della Sardegna.

Le organizzazioni interessate devono presentare la domanda di contributo e l’ulteriore documentazione richiesta al Servizio delle politiche sociali, cooperazione e sicurezza sociale.
Il Servizio eroga alle organizzazioni ammesse al contributo un’anticipazione dell’importo assegnato, dopo aver approvato il rendiconto delle spese dell’anno precedente.
Nel caso il rendiconto presenti irregolarità e/o anomalie, richiede all’organizzazione interessata i chiarimenti e/o le integrazioni necessarie per la definizione dell’istruttoria e procede all’eventuale pagamento del saldo.
Responsabile del procedimento:
il direttore del servizio
Normativa di Riferimento:
- Legge regionale n. 7 del 15/01/1991 - L'emigrazione
- Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 191 del 27/08/1991 - Regolamento per l'attuazione della legge regionale sull'emigrazione [file .pdf]
- Circolare del Direttore del Servizio n. 4742 del 17/02/2010 - Contributi 2010 e rendiconti 2009 per funzionamento e attività [file .pdf]
- Delibera della Giunta Regionale n. 17/35 del 27/04/2010 - L.R. n. 7/1991. Piano Triennale 2010/2012. Linee guida per interventi in favore dell’emigrazione. Bilancio regionale 2010. Approvazione preliminare
- Delibera della Giunta Regionale n. 20/24 del 19/05/2010 - L.R. n. 7/1991. Piano Triennale 2010/2012. Linee guida per interventi in favore dell’emigrazione. Bilancio regionale 2010. Approvazione definitiva [file .pdf]
- Delibera della Giunta Regionale n. 33/61 del 08/08/2013 - L.R. n. 7/1991. Interventi in favore dell'emigrazione, delle Organizzazioni dei sardi emigrati e delle Associazioni di Tutela operative in Sardegna. Programma annuale per l'emigrazione. Esercizio finanziario 2013. UPB S05.05.002 Cap. SC05.1068.
Note:
per ottimizzare le risorse disponibili, la Regione, d’intesa con le federazioni, procederà a razionalizzare, anche tramite accorpamenti e unificazioni, i circoli operanti nella stessa città e/o circoscrizione territoriale la cui distanza sia inferiore a 15 km.
Allegati e collegamenti:
visita la sezione "Sardi nel mondo" del portale Sardegna Migranti
Procedimenti collegati:
Progetti regionali in materia di emigrazione (Legge regionale n. 7 del 15/01/1991, art. 19 )
Programmazione degli interventi in favore dei sardi emigrati (Legge regionale n. 7 del del 15/01/1991)
Riconoscimento delle organizzazioni di sardi nel mondo (Legge regionale n. 7 del 15/01/1991, artt. 6, 8 e 11)
Sussidi per i lavoratori emigrati in situazioni di indigenza (Interventi di solidarietà - Legge regionale n. 7 del 15/01/1991, art. 15)
Sussidi per il trasporto delle salme dei lavoratori emigrati (Interventi di solidarietà - Legge regionale n. 7 del 15/01/1991, art. 15)
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza