Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Contributi alle cooperative sociali per lo svolgimento di attività o servizi per l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate

Ultimo aggiornamento: 2017-03-22 10:58:30

Dove rivolgersi:
Direzione generale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio coesione sociale
Via San Simone 60 ( piano 6°) - 09122 Cagliari
Tel:Dott. Sergio Isola (070/6065729) - Laura Crobu (070/6065633) - AnnaMariaPisano (070/6065676)
Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale
Viale Trieste, 115 (piano terra) - 09123 Cagliari
Tel:070/6067038 Fax:070/6065778
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17

Destinatari:
cooperative sociali di tipo B e loro consorzi
Termini di conclusione del procedimento:
30 giorni
Termini di presentazione:
Le domande potranno essere presentate dalle ore 10 del 1 marzo 2017 e fino alle ore 24 del 31 marzo 2017 tramite pec all’indirizzo: lavoro@pec.regione.sardegna.it .

La pec dovrà avere il seguente oggetto: " nomecooperativa sociale domanda di partecipazione contributo in conto occupazione ex art. 19, l.r. 16/97 - annualità 2017.

Requisiti:
Le cooperative sociali ed i loro consorzi devono essere regolarmente iscritti nella sezione B dell'albo regionale delle cooperative sociali (vedi nota 1).
Documentazione:
- allegato 1 che conterrà la domanda di contributo, la pec l'importo richiesto e il documento di identità del legale rappresentante legale;
- allegato 2, contiene i dati relativi al rappresentante legale e alla cooperativa richiedente ed è suddiviso nelle seguenti SEZIONI:
A) dichiarazioni relative ai requisiti di partecipazione (resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. N. 445 del 2000);
B) assunzioni di impegni;
C) prospetto riepilogativo con i contributi richiesti dalla cooperativa sociale;
D)prospetto individuale con i contributi richiesti per ciascun lavoratore;
E)documentazione da allegare tra cui:
- copia di attestazione di avvenuta revisione in corso di validità;
OPPURE
- copia del verbale di revisione;
OPPURE
- copia della dichiarazione sostitutiva asseverata ai sensi dell'art. 6 del Decreto legislativo n. 220/2002 effettuata prima della data di inoltro della attestazione finale (allegato 2) e da allegare alla stessa, unitamente alla prova dell'avvenuta spedizione.
- allegato 3 modello per la dichiarazione "de minimis";
- fotocopie del libro soci, muniti di conformità agli originali;
- copia buste paga firmate dai dipendenti oggetto della richiesta di contribuzione;
- copia fronte retro di un documento di identità valido del rappresentante legale della cooperativa.

La spedizione dell'attestazione finale e della documentazione a corredo (allegato 2) dovrà avvenire esclusivamente per il tramite di raccomandata A/R o consegnata a mano, entro e non oltre 10 giorni, dal ricevimento della PEC di comunicazione di classificazione in posizione utile nella graduatoria, al seguente indirizzo:

Assessorato del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza
Sociale
Servizio Coesione Sociale
Via San Simone n. 60 – 09122 Cagliari.

Modulistica:
Scarica la modulistica [file.zip]
Modalità o descrizione:
La Regione concede contributi in conto occupazione alle cooperative sociali iscritte nella sezione B dell'albo regionale delle cooperative sociali ed ai loro consorzi.

Il contributo è concesso per ciascun socio lavoratore assunto a tempo indeterminato o a tempo determinato nella misura massima del 50 per cento della retribuzione prevista dal contratto collettivo nazionale di categoria. Tale misura è elevata fino all'80 per cento per ciascun socio appartenente alle categorie delle persone svantaggiate (vedi nota 2). Ogni cooperativa sociale potrà richiedere fino ad un massimo di 60mila euro nella propria domanda di partecipazione.

Il contributo è erogato, compatibilmente con la disponibilità di bilancio, per un periodo non superiore a 24 mesi, con cadenza annuale posticipata, e non è cumulabile con analoghi contributi previsti dalle leggi nazionali e regionali.

Il Servizio, ricevute le pec, approverà con determinazione l’elenco degli ammessi in base all’orario di arrivo, accantonando in via provvisoria le relative risorse, come indicate nella domanda di ammissione delle singole cooperative sociali.

Esaurite le risorse disponibili, la graduatoria verrà pubblicata nel sito della Regione. Solamente dopo aver ricevuto nel competente capitolo di spesa le relative risorse, verrà data comunicazione individuale a ciascuna cooperativa in posizione utile in graduatoria, tramite PEC.

Le cooperative sociali, ricevuta la comunicazione di classificazione in posizione utile in graduatoria dovranno inoltrare, entro 10 giorni la documentazione indicata nell'allegato 2 sezione E.

Ricevuta la documentazione, il Servizio Coesione sociale provvederà ad istruire la domanda, inoltrando le eventuali richieste di integrazioni, in caso di irregolarità sanabili, che dovranno essere riscontrate nel termine di 10 giorni. Successivamente il Servizio provvederà all'erogazione del contributo.

Normativa di Riferimento:
- Legge n. 381 del 08/11/1991 - Disciplina delle cooperative sociali
- Legge regionale n. 16 del 22/04/1997 - Norme per la promozione e lo sviluppo della cooperazione sociale
- Delibera della Giunta Regionale n. 52/43 del 28/12/1999 - L.R. 22.4.1997, n° 16 ''Norme per la promozione e lo sviluppo della Cooperazione Sociale''. Approvazione direttive istruttorie e procedure per gli incentivi. Titolo IV Art. 19 [file .pdf]
- Legge regionale n. 5 del 09/03/2015, art. 21 - Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione (legge finanziaria 2015)
- Determinazione del Direttore del Servizio n. 851 del 24/03/2015 - Art. 21, Legge regionale 9 marzo 2015, n. 5 – Applicazione estensione del contributo anche per i rapporti di lavoro a tempo determinato – riapertura termini per le domande presentate ai sensi dell'art. 19, L.R. 16/97 fino al 12 marzo 2015.
Consulta l'avviso e i documenti collegati - Contributi in conto occupazione L.R. 16/97 art.19 - Sospensione della presentazione delle domande - annualità 2017.
- Deliberazione della Giunta regionale n. 69/21 del 23/12/2016 - Approvazione direttive istruttorie e procedure per gli incentivi di cui all’art. 19 della L.R. 22.4.1997, n. 16 ''Norme per la promozione e lo sviluppo della Cooperazione Sociale. Sostituzione della Delib.G.R. del 28.12.1999, n. 52/4 Approvazione direttiv
Consulta l'avviso del 30 gennaio 2017 - Art. 19, L.R. 16/97 – DGR n. 52/43 del 28.12.1999 - contributi in conto occupazione alle Cooperative sociali di tipo B e ai loro Consorzi – prosecuzione della sospensione del termine per la presentazione della domanda.
Consulta l'avviso del 20 febbraio,approvato primo elenco provvisorio delle domande presentate dal 1 marzo al 20 marzo e gli atti collegati - Art. 19, L.R. 22.04.1997, n. 16 e D.G.R. n. 69/21 del 23.12.2016, lettera F) – approvazione della modulistica e delle modalità attuative per la predisposizione della domanda di contributo in contro occupazione a favore della Cooperative sociali di tipo B.
Note:
1) L' albo regionale delle cooperative sociali si articola in tre sezioni:
- sezione A, nella quale sono iscritte le cooperative che gestiscono servizi socio-sanitari ed educativi;
- sezione B, nella quale sono iscritte le cooperative che svolgono attività diverse da quelle ricomprese nella sezione A ossia attività agricole, industriali, commerciali o di servizi, finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate;
- sezione C, nella quale sono iscritti i consorzi costituiti come società cooperative, la cui base sociale sia formata in misura non inferiore al 70 per cento da cooperative sociali.

2) Per persone svantaggiate si intendono:
- gli invalidi fisici, psichici e sensoriali;
- gli ex degenti di istituti psichiatrici e le persone sottoposte a trattamento psichiatrico;
- i tossicodipendenti e gli alcolisti che abbiano in corso un programma di recupero concordato con i servizi socio-assistenziali;
- i condannati ammessi alle misure alternative alla detenzione;
- le persone appartenenti a categorie socialmente emarginate o a rischio di emarginazione;
- i minori in età lavorativa, in situazioni di difficoltà familiare;
- i soggetti indicati con decreto del Presidente del Consiglio come appartenenti alle categorie svantaggiate.
(Normativa di riferimento: legge n. 381/1991, art. 4)
Procedimenti collegati:
Iscrizione e mantenimento dell'iscrizione all'albo regionale delle cooperative sociali (Legge regionale n. 16/1997, articoli 3 e 4)