Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Albo regionale del servizio civile nazionale: presentazione dei progetti
Dove rivolgersi:
Assessorato del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Direzione generale del lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale
Servizio coesione sociale
Via san Simone, 60- 09122 Cagliari
Tel:Ida Gasperini 070/6064512 –Tina Marras 070/6065806 - Catia Becuzzi 070/6065516 - Roberto Palmas 070/6065781
Email:
Indirizzo emaillav.serviziocivile@regione.sardegna.it
Indirizzo emaillav.serviziocivile@pec.regione.sardegna.it
Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale
Viale Trieste, 115 (piano terra) - 09123 Cagliari
Tel:070/6067038 Fax:070/6065778
Email:
Indirizzo emaillav.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17
Destinatari:
Associazioni e organizzazioni private non a scopo di lucro ed enti pubblici iscritti all'albo regionale del Servizio civile - sezioni A) e B) della Regione Sardegna
Termini di conclusione del procedimento:
180 giorni dalla data di scadenza della presentazione dei progetti.
Termini di presentazione:
Gli enti possono presentare i progetti di Servizio civile nazionale dal 6 settembre fino alle ore 14 del 17 ottobre 2016.
Documentazione:
Scheda progetto, predisposta secondo il modello di cui all’allegato 1 al "Prontuario". Il progetto dovrà essere accompagnato da:
- i curricula (redatti sotto forma di autocertificazione e completi della fotocopia di un valido documento di identità dell'interessato) degli operatori locali di progetto e degli eventuali responsabili locali di ente accreditato e del personale incaricato della formazione specifica;
- gli accordi relativi agli eventuali partners e co-promotori dei progetti;
- gli accordi per il riconoscimento dei tirocini e delle conoscenze acquisibili.
I progetti, completi della documentazione sopra indicata e firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del Servizio civile accreditato in sede di accreditamento o di successivo adeguamento, dovranno essere presentati esclusivamente online tramite il caricamento nel sistema informatico Helios (per informazioni sulle modalità di inserimento dei progetti e della relativa documentazione nel sistema Helios, consulta il manuale d’ uso disponibile nella sezione “Modulistica”).
L'avvenuta presentazione on line è comprovata dal documento rilasciato dallo stesso sistema a conclusione dell’inserimento dei dati.

Conclusa la presentazione on line, gli enti interessati dovranno inviare la seguente documentazione tramite la propria casella pec, dichiarata in sede di accreditamento o di successivo adeguamento, alla casella lav.serviziocivile@pec.regione.sardegna.it:

- domanda di presentazione dei progetti, di cui al punto 3.2 del "Prontuario"(vedi fac-simile alla voce "Modulistica"), firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del Servizio civile nazionale dichiarato in sede di accreditamento/adeguamento.

- dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (vedi fac-simile alla voce "Modulistica"), firmata digitalmente dal legale rappresentante dell’ente o dal responsabile del Servizio civile nazionale dichiarato in sede di accreditamento/adeguamento. Nella dichiarazione, chi firma i progetti deve attestare che tutte le informazioni e i dati in essi contenuti corrispondono al vero. Nel caso di presentazione di più progetti è sufficiente una unica dichiarazione;

- documento prodotto dal sistema Helios, comprovante l’avvenuto inserimento dei progetti e della relativa documentazione.
Modulistica:
- Manuale d’uso Helios per la presentazione dei progetti di Servizio civile nazionale on line
- Domanda presentazione progetti 2017 [file .rtf]
- Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà e scheda per l'elenco dei progetti presentati [file .rtf]
- Scheda per la presentazione del progetto [file .rtf]
- Fac simile curriculum operatore locale di progetto [file .rtf]
- Fac simile curriculum responsabile locale di ente accreditato [file .rtf]
- Fac simile autocertificazione curriculum formatore specifico [file . rtf]


Descrizione del procedimento:
Gli enti iscritti all'albo regionale del Servizio civile nazionale - sezioni A) e B) della Regione Sardegna possono presentare progetti per il Servizio civile nazionale esclusivamente on line.

I progetti hanno una durata annuale, devono essere attuati esclusivamente presso le sedi accreditate dichiarate nella scheda progetto (box 16) e prevedere un orario di attività dei volontari non inferiore alle 30 ore settimanali, ovvero un monte ore annuo di 1.400 ore, cui si sommano 20 giorni di permesso retribuito. Nel caso in cui l’ente opti per la soluzione del monte ore annuo, i volontari dovranno essere comunque impiegati in modo continuativo per almeno 12 ore settimanali.
Le attività previste dai progetti devono essere condotte nel rispetto della normativa in materia di sicurezza sul lavoro e di quella relativa al settore cui si riferiscono.
Nessun onere economico può essere posto a carico dei volontari, neppure per la copertura dei costi della formazione o del conseguimento di titoli o altri benefici. Per motivate esigenze, gli enti potranno prevedere, a loro carico, il vitto e l' alloggio o il solo vitto. Non è comunque previsto il rimborso per tali servizi.

Ricevuta via pec la documentazione prevista, il Servizio della coesione sociale ne esamina la regolarità e, successivamente, valuta i progetti, in particolare adottando una scala che ne misura le qualità in base ai parametri previsti dal prontuario (vedi note):
1) capacità progettuale in senso stretto (contesto territoriale e/o settoriale, obiettivi, attività previste e numero dei volontari richiesti), rilevanza e coerenza;
2) capacità organizzativa (modalità attuative, controlli e monitoraggio, attività di promozione e sensibilizzazione, risorse finanziarie impegnate, ecc…);
3) conoscenze acquisite dai volontari, in particolare quando siano riconosciuti tirocini e altri titoli validi per il curriculum vitae, comunque certificabili.

Il Servizio assegnerà un punteggio ai progetti e li disporrà in ordine decrescente secondo i punteggi ottenuti. I progetti con il punteggio più elevato saranno inseriti nel bando per i volontari fino alla copertura di tutte le risorse disponibili per l’anno considerato.
Il Servizio comunicherà tali esiti agli enti che hanno proposto i progetti ammessi a finanziamento, quelli valutati positivamente ma non ammessi a finanziamento e quelli risultati inammissibili o valutati negativamente, dopodiché pubblicherà i relativi elenchi.

Gli enti i cui progetti siano stati approvati e inseriti nel bando per i volontari dovranno tempestivamente comunicare eventuali impedimenti nella realizzazione degli stessi.
Il Servizio potrà verificare in qualsiasi momento la corretta attuazione dei progetti finanziati.

Responsabile del procedimento:
il direttore del servizio, Antonia Cuccu (070 606 4621; acuccu@regione.sardegna.it)

Sostituto responsabile del procedimento:
il direttore generale, Eugenio Annicchiarico (070 606 5385; lavoro@pec.regione.sardegna.it)

Responsabile del provvedimento finale:
il direttore del servizio
Normativa di Riferimento:
- Legge n. 64 del 06/03/2001 - Istituzione del servizio civile nazionale
- Decreto Legislativo n. 77 del 05/04/2002 - Disciplina del Servizio civile nazionale a norma dell'articolo 2 della legge 6 marzo 2001, n. 64
- Delibera della Giunta Regionale n. 4/2 del 31/01/2006 - Prime disposizioni per l'avvio del Servizio civile volontario regionale
- Decreto del Capo del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale del 19/07/2013 - Linee guida per la formazione generale dei giovani in servizio civile nazionale [file .pdf]
Legge regionale n. 24 del 25/11/2014 - Disposizioni urgenti in materia di organizzazione della Regione, art. 23
- Delibera della Giunta Regionale n. 1/7 del 13/01/2015 - concernente “Modifiche organizzative in attuazione della Legge Regionale n. 24 del 25 novembre 2014. Trasferimento di competenze della Presidenza e di altri Assessorati”.
- Decreto Ministeriale del 22/04/2015 - Prontuario concernente la disciplina tra Enti e Volontari del Servizio civile nazionale [file .pdf]
Decreto Ministeriale 06/05/2015 - Prontuario contenente le disposizioni per lo svolgimento delle funzioni di controllo e verifica sull’attuazione dei progetti di servizio civile nazionale. Doveri degli enti di servizio civile e infrazioni punibili con le sanzioni amministrative pre
- Avviso di luglio 2015 - Trasferimento delle competenze dalla Presidenza all'Assessorato del Lavoro
- Decreto Ministeriale del 05/05/2016 - Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione dei progetti di servizio civile nazionale da realizzare in Italia e all’estero, nonché i criteri per la selezione e la valutazione degli stessi
- Avviso di luglio 2015 - Avvio del procedimento per l' esame e la valutazione dei progetti di Servizio Civile Nazionale, presentati entro il 30 giugno 2015.
Consulta l'avviso - Avviso agli Enti iscritti all' Albo del Servizio Civile Nazionale – Presentazione dei progetti di Servizio civile nazionale per l’ anno 2017
Note:
Il Servizio non procederà alla valutazione dei progetti in presenza delle seguenti anomalie:
- assenza o redazione non corretta della domanda di presentazione dei progetti e/o della dichiarazione sostitutiva di atto notorio;
- assenza del documento prodotto dal sistema Helios attestante l’avvenuto inserimento dei progetti e della relativa documentazione;
- assenza o redazione non corretta dei curricula delle figure professionali coinvolte nel progetto;
- redazione non corretta della scheda di progetto, compreso l' utilizzo di schede diverse dal format ufficiale e l’omessa compilazione di una delle singole voci previste nella scheda;
- mancato rispetto della soglia minima del numero di volontari per ogni progetto e per ogni sede di attuazione di progetto;
- mancato rispetto dell’orario minimo settimanale o del monte ore annuo di servizio dei volontari;
- durata della formazione generale e specifica prevista per i volontari inferiore alla soglia minima, fissata rispettivamente in 30 e 50 ore;
- integrazione del compenso corrisposto ai volontari, da parte dell’ente, in aggiunta a quello corrisposto dall’Ufficio nazionale;
- previsione di oneri economici a carico dei volontari.
Procedimenti collegati:
Albo regionale del Servizio civile nazionale: accreditamento e iscrizione degli enti e delle organizzazioni
Albo regionale del Servizio civile nazionale: adeguamento degli enti e delle organizzazioni già iscritte
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza