Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


FINANZIAMENTI ALLE UNIVERSITA' PER PROGETTI DI RICERCA

Ultimo aggiornamento: 2017-03-13 13:05:11

Dove rivolgersi:
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Servizio politiche per la formazione terziaria e la per la gioventù
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:0706064595
Email:

Giorni e orario di ricevimento: Dal lunedì al venerdi, dalle ore 11,00 alle ore 13,00; i pomeriggi di martedì e di mercoledì dalle ore 17,00 alle ore 18,00
Referenti: Marta Testa (responsabile del procedimento) tel. 070 6065074 email mtesta@regione.sardegna.it; Alessandro Portoghese tel. 070 6064099 email aportoghese@regione.sardegna.it

Fax:070 6064539
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle ore 11 alle ore 13 e nei giorni di martedì e mercoledì dalle ore 16 alle 17
Eventuali domande di chiarimento sull’avviso potranno pervenire anche in forma scritta entro il quindicesimo giorno che precede le scadenze per la presentazione delle domande

Fax:070/6064539
Email:

Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico della Pubblica Istruzione, Beni culturali, Informazione, Spettacolo e Sport
Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari
Tel:070/6067040 Fax:070/6064291
Email:
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio martedì e mercoledì dalle 16 alle 17

Destinatari:
I finanziamenti sono concessi alle università degli studi di Cagliari e Sassari.
La proposta progettuale A è da svolgere e realizzare in forma singola; la proposta progettuale B, invece, è da svolgere in forma associata con i centri di ricerca pubblici e alle imprese/aziende con sede legale e operativa in Sardegna.

Le università beneficiarie erogheranno gli assegni di ricerca a:

Per le proposte progettuali A) - progetti in forma singola
- residenti, o domiciliati in Sardegna, o figli di genitori residenti in Sardegna da almeno cinque anni o figli di emigrati sardi. I soggetti che non rientrano in tali categorie potranno partecipare ed essere provvisoriamente ammessi; dovranno però possedere il requisito del domicilio in Sardegna al momento della definitiva attribuzione dell’assegno di ricerca, pena l’esclusione dalla graduatoria definitiva degli assegnatari.
- possesso di diploma di laurea (vecchio ordinamento) oppure di laurea specialistica/magistrale (nuovo ordinamento) o di un titolo di studio equivalente conseguito all’estero, riconosciuto idoneo;
- possesso di dottorato di ricerca pertinente con il progetto o titolo equivalente conseguito in Italia o all’estero, oppure per i settori interessati, diploma di specializzazione medica.

Per la proposta progettuale A) - progetti in forma singola riguardanti l’ambito della conservazione e restauro dei beni culturali:
- residenti in Sardegna o figli di genitori residenti in Sardegna da almeno cinque anni o figli di emigrati sardi;
- possesso di diploma di laurea (vecchio ordinamento) oppure di laurea specialistica/magistrale (nuovo ordinamento) nei distinti corsi di laurea riguardanti l’ambito del restauro e della conservazione dei beni culturali e delle scienze sperimentali applicate o di titolo equivalente conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.

Per la proposta progettuale B) - progetti in forma associata:
- residenti in Sardegna o figli di genitori residenti in Sardegna da almeno cinque anni o figli di emigrati sardi;
- possesso di diploma di laurea (vecchio ordinamento) oppure di laurea specialistica/magistrale (nuovo ordinamento) o di un titolo di studio equivalente conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.

I beneficiari degli assegni saranno individuati tramite bando.
Termini di presentazione:
Proposta progettuale A: ore 13 del 24 ottobre 2011.
Proposta progettuale B: ore 13 del 23 novembre 2011.
Farà fede esclusivamente la data e l'ora di arrivo.
Documentazione:
a) domanda di ammissione al finanziamento (allegato A) firmata dal rappresentante legale o da altro legale rappresentante munito di delega;
b) in caso di delega, originale o copia autenticata dell’atto;
c) proposta progettuale (allegato B);
d) conto economico preventivo (allegato C).
La documentazione dovrà essere presentata in originale e compilata in lingua italiana con sistemi di videoscrittura. Una copia dei documenti dovrà essere presentata su supporto informatico (CD o DVD).
Per quanto riguarda la proposta progettuale B, i beneficiari dovranno allegare copia delle convenzioni/accordi con i partners (centro di ricerca/impresa/azienda).

I documenti devono essere inseriti in un'unica busta chiusa, siglata sui lembi di chiusura, nella quale devono essere indicati:
- l'intestazione del mittente;
- il destinatario ovvero: Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport – Direzione generale Pubblica istruzione – Servizio Formazione superiore permanente e dei supporti direzionali – viale Trieste n. 186 - 09123 Cagliari;
- la dicitura: "Avviso per la presentazione di Proposte progettuali – POR FSE Regione Sardegna 2007/2013 – Asse IV Capitale umano – Avviso di chiamata per il finanziamento di Assegni di ricerca". Proposta progettuale A) o B).

Le proposte dovranno essere indirizzate a: Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport – Direzione generale della Pubblica istruzione - Servizio Formazione superiore permanente e dei supporti direzionali – Viale Trieste n. 186 - 09123 Cagliari.

Modulistica:
- allegato A formulario per la presentazione della domanda di finanziamento [file .rtf]
- allegato B proposta progettuale [file .rtf]
- allegato C formulario per la presentazione del conto economico
[file .pdf]
[file .xls]
Modalità o descrizione:
Per favorire la crescita economica, la Regione Sardegna incentiva l'integrazione tra il mondo della ricerca e quello imprenditoriale, in particolar modo con la promozione e la valorizzazione delle risorse umane.

Per questo motivo, l'Assessorato della Pubblica istruzione ha approvato un avviso rivolto agli atenei sardi che prevede il finanziamento di proposte progettuali che concorrano al potenziamento di attività di ricerca con interventi in grado di migliorare le opportunità di inserimento anche occupativo.

Le università interessate dovranno presentare due distinte proposte progettuali, denominate A) e B), articolate in progetti da attuare singolarmente e in forma parternariale. I progetti verranno attuati mediante l'attribuzione di assegni di ricerca ai destinatari selezionati tramite bando.

Il finanziamento concesso alle università sarà erogato secondo le seguenti modalità:
- il 30% dell'importo successivamente alla sottoscrizione della convenzione che regolerà le modalità di attuazione dei progetti;
- l'ulteriore 20% successivamente alla pubblicazione dei bandi da parte delle università e conclusione della procedura di selezione dei destinatari degli assegni di ricerca, di cui dovrà essere trasmessa e comunicata ciascuna fase all'Amministrazione regionale;
- l'ulteriore 20%, in un'unica soluzione, con apposita richiesta inoltrata all'Amministrazione regionale, sulla base delle spese effettivamente sostenute rispetto al 90% dei primi due acconti;
- l'ulteriore tranche del 20%, in un'unica soluzione, con apposita richiesta inoltrata all'Amministrazione regionale, sulla base delle spese effettivamente sostenute rispetto al 90% dei primi tre acconti e del controllo della documentazione di spesa e di pagamento;
- l'importo residuo, a saldo, sarà liquidato a conclusione della verifica del rendiconto generale finale e dell'eventuale contradditorio; le spese contenute nel rendiconto finale dovranno essere quietanzate rispetto al 100% del loro ammontare.

Normativa di Riferimento:
Bando, modulistica e risposte ai quesiti più frequenti - Avviso di chiamata per il finanziamento di assegni di ricerca.
Note:
Le università dovranno garantire la pubblicità dei progetti, le modalità di selezione dei destinatari, i loghi del Fondo sociale europeo, della Regione Sardegna e del PO Sardegna FSE 2007/2013. Le università, inoltre, dovranno informare i potenziali utenti sulle finalità e caratteristiche dell'intervento anche in termini finanziari, qual è la quota di finanziamento dell'Unione Europea, dello Stato e della Regione Sardegna.
Informazione a cura dell'Urp della Presidenza